PARTITABUS / Juve-Sassuolo 2-2: ScansJuve

di Willy Signori |

La prima domenica di dicembre porta con se sofferenze inattese o meglio: insperate. Qualcosa nella testa ronzava da tempo, una nota stonata ricorrente che prima o poi temevamo potesse rovinare tutta l’armonia.
Così è stato.

Colpevole forse l’adattamento ai nuovi occhiali con lenti comfort per giovani presbiti -sigh- questa Juve l’ho vista male: l’impressione (i tattici si esprimeranno con più cognizione) è che a livello emotivo sottovaluti alcuni impegni nostrani, svegliandosi solo quando l’acqua è arrivata alla gola: a volte ti salvi a volte ti tocca bere.
Un tempo regalato può costare caro, soprattutto se diventa un’abitudine.
L’azione del pareggio neroverde è un’emblema di mollezza con gli avversari che palleggiano tranquilli in area prima del tiro finale di Boga.

Qualcosa sui singoli, che poi fanno sempre la differenza, specie in assenza di un gioco funzionante e funzionale:
Buffon ha fatto un frittatone, deLigt frittatina anche se non si fa turbare mai da nulla, oggi pasticcia spesso.
Cuadrado pure sbaglia in occasione dell’1-2 ma i bonus se li è guadagnati sul campo.

A centrocampo abbiamo un problema: se Khedira è un ex giocatore, Emre Can è un ex Juve, e non so cosa sia peggio. Riguardo a Can capiamo che giocare poco non sia facile, ma cercare di convincere Sarri con prestazioni del genere è come presentarsi ai provini di Xfactor cantando Hallelujah coi rutti e sperare che la Ayane ti prenda in squadra con se.

Di Bernardeschi oggi sarebbe facile parlare male e io non mi tirerò certo indietro: “vattene via, nun te vojo più vedè!”
Però va detto che è inutile tentare di trasformarlo in trequartista. Queste sono cose che richiedono tempo e caratteristiche che lui non ha, non si può nemmeno fargliene una colpa in eterno. Insistere con lui in quella posizione è come scritturare Galeazzi per la parte del bello e impossibile Ridge di Beautiful: una volta che abbiamo finito di parlare di quanto sia inadatto arriva il momento di trovare un sostituto.
Ramsey in pochi minuti riesce a calarsi nella parte molto meglio.
Ronaldo è un problema perché “costringe” l’allenatore a tenere fuori uno tra Dybala e Higuain. Comunque riesce a rendersi pericoloso anche quando sta così. Speriamo risorga presto, soprattutto lo spera Sarri, per svariati motivi.

I migliori: Bentancur, Dybala (ad oggi imprescindibile).

Su Sarri la valutazione è in continuo divenire, l’appunto dopo oggi è che soprattutto quando la tua squadra non fa esattamente quello che tu richiedi, privarsi del proprio miglior attaccante è sempre una scelta estremamente rischiosa.

2 punti giganti buttati e buttati male. Il problema non è tanto il pareggio che ci sta nel percorso normale di un campionato, la spia la fa accendere l’ennesima prestazione a metà, divisa tra strappi e dormite, in cui il risultato era stato acciuffato solo all’ultimo respiro. Troppe volte era andata così…
Si ironizzava spesso in passato sullo Scansuolo, oggi è stato il turno della Scansjuve.