PAGELLIBUS – Torino-Juve 0-1, sempre la solita, bellissima, storia

di Juventibus |

Le pagelle del popolo sono le vostre pagelle, le pagelle di voi lettori di Juventibus. Ad ogni fischio finale, potrete dare un voto con commento a uno dei protagonisti della partita attraverso i nostri social. Da questa stagione, i protagonisti del post partita sarete voi!

SZCZESNY 6.5

Non grandi parate, ma sta ritornando a dare sicurezza là dietro. GUARDIANO DEL FARO!

DANILO 6.5

La sua grandezza è essere normale e dopo aver giocato dappertutto meno che a porta con Pirlo la sua sicurezza potrebbe essere imbottigliata e messa sul mercato.

CHIELLINI 6.5

In assenza di Bonucci è costretto a fare qualche sgroppata nella metà campo del Toro, dando però un forte segnale alla squadra. Dietro come sempre una garanzia, da li non si passa.

DE LIGT 8

Le critiche che ha ricevuto durante il suo primo anno non mi hanno mai toccato più di tanto perché “Matthijs è un campione e lo dimostrerà”. Oggi, con due anni di esperienza ed adattamento in più sulle spalle, sta dimostrando di essere qualcosa che va protetto a tutti i costi dalle insidie estere. Guai a toccare il nostro muro!

ALEX SANDRO 7

Apri il passaporto e leggi “Brasile” , poi ti ritrovi un Terzino pragmatico che manco la meglio classe operaia italiana e tedesca. Randella tutto ciò che passa dalla sua fascia, lotta, spinge ma senza mai esagerare, si concede quasi il lusso di segnare con un colpo di testa purtroppo centrale. WORKING SANDRO HERO!

MCKENNIE 4.5

Come sono lontani i tempi in cui Rallo Tubbs lo scambiavamo piacevolmente e vicendevolmente per Cuadrado, tanto poca era la differenza di grinta e qualità che mettevano i due in campo. Downgrade , ma di quello pesante quasi da rimpiangere Bentancur.

LOCATELLI 7.5

È presto per parlare ma Manuel si sta presentando alla grande. Anche se commette un errore, non manca mai di farsi perdonare lavorando per la squadra sia in difesa che in attacco. A quel reparto da incubo, Manuel sta cercando di restituire ordine e “senso di esistere”. Magari la sua presenza aiuterà quel soprammobile di Bentancur a trasformarsi in calciatore.

RABIOT 5.5

A fase alterna, irritante. I suoi strappi possono però diventare un punto di forza.

BERNARDESCHI 6.5

Male nel primo tempo ma nel secondo conferma le buone impressioni avute col Chelsea da falso nueve, i riferimenti del Toro vanno a farsi benedire con lui davanti.

CHIESA 8

A pensarci oggi fa quasi sorridere la diffidenza con la quale fu accolto al suo arrivo in bianconero, per le tante analogie con l’arrivo dell’altro Federico in squadra. Signori, questo tizio segna, fa assist, difende, attacca, dirige il traffico, sistema le divise negli spogliatoi, fa fare la doccia ai compagni, guida il pullman della squadra, pubblica i post sui social della Juve, ecc. Vogliamo davvero correre il rischio di perderlo?

KEAN 5

Pochi palloni sfruttati male e quella sostituzione che sa tanto di bocciatura.


KULUSEVSKI 7

Come le giornate che abbiamo atteso per vederlo entrare con voglia e grinta, protegge più palloni lui in 15 minuti che l’attacco juventino in 7 giornate, forse gli abbiamo trovato la collocazione, prima punta.

CUADRADO 6.5

Il suo ingresso fa respirare il nostro centrocampo e tutti i tifosi da casa. Una garanzia su quella fascia.

KAIO JORGE 6.5

Entra bene, tiene più palloni lui in 5 minuti che Kean in 45.


Allegri 8: La risolve lui con il colpo tattico, come da tradizione. Bentornato Max.


JUVENTIBUS LIVE