PAGELLIBUS – Spezia-Juventus 1-4, Il 9, il 7 e altri 9

di Juventibus |

Le pagelle del popolo sono le vostre pagelle, le pagelle di voi lettori di Juventibus. Ad ogni fischio finale, potrete dare un voto con commento a uno dei protagonisti della partita attraverso i nostri social. Da questa stagione, i protagonisti del post partita sarete voi!

BUFFON 6

Crede di festeggiare da imbattuto il compleanno della Juve ma nell’unico tiro in porta prende il goal, e per rimanere in tema fa scendere tutti TUTTI I SANTI!!!!! Esorcista!

DANILO 8

Primo tempo onnipotente, durante l’intervallo ordina personalmente anche le sostituzioni.

BONUCCI 8

Come le volte che rinculando, fa andare in area gente che non ci arrivava dal 2014.
DEMIRAL 5.5
Fisicamente il ginocchio regge, dunque è tornato. Questa difesa a 3 non gli calza a pennello, si prende qualche libertà, sbaglia passaggi facili. Non un buon momento, specie con de Ligt e Chiellini ancora ai box.
CUADRADO 6
Fa la sua gara senza infamia e senza lode, e indossa per la prima volta la fascia di capitano. Veterano.

ARTHUR 7

Ha toccato già più palloni di Pjanic durante l’intera scorsa stagione, ma la notizia è che, a differenza del bosniaco, la percentuale di successo è incredibilmente alta. Chissà se continuerà così o sarà solo un fuoco di paglia.

BENTANCUR 5.5

Altra partita senza farsi ammonire, non è più lui.

MCKENNIE 7

Ispirato in zona d’attacco, e sempre utile in interdizione, corre come un matto, tecnicamente non eccelso ma prezioso.

CHIESA 6

Ha frainteso il senso di “essere gobbo”. Con quella testa perennemente china non riesce a seguire i movimenti dei propri compagni, ma può dire esattamente il numero di ciuffi di erba presenti sulla sua fascia di competenza di tutti i campi della Serie A. L’unica volta in cui alza lo sguardo vede Rabiot, difficile da ignorare visto che è un armadio, e lo serve in maniera adeguata.

DYBALA 5

La Joya al momento è ancora sotto ritmo, spaesato e fisicamente sottotono. Tornerà ne siamo certi. Ma sarà mica quella fascetta che gli comprime troppo la testa e gli annebbia le idee? A.A.A. DYBALA CERCASI!

MORATA 7.5
Lo spagnolo dal volto pulito e la voce da bimbo grassoccio sembra diventato cattivo, determinato e glaciale sotto porta. Sicuramente la nota più piacevole di questo inizio di stagione. Al momento è imprescindibile. TORERO!

RONALDO 180
Come i secondi necessari all’onnipotente per discendere su di noi e benedire la porta avversaria. È così divina la sua presenza che Rabiot si inventa gol straordinari e Chiesa diventa una furia. Ah si, perché non segnare pure col cucchiaio? ENTRA, SEGNA, DOMINA, CIAO.
RAMSEY 6 (Politico)
Ho dovuto controllare due volte il tabellino per scoprire che era entrato in campo. NASCONDINO.
KULUSEVSKI S.V.
Non entra benissimo, ma è più fortunato di Bernardeschi, perché la gara è già finita.
RABIOT 6.5
Slalom con robot dance che lo porta al gol con il suo piede impolverato, il destro. Come ulteriore dimostrazione di avere i tanto criticati attributi che lo scorso anno non sembravano esserci, decide di farsi sparare una cannonata dritta lì dove non batte il sole per poi accasciarsi eroicamente sul terreno di gioco. Un atto davvero commovente.

BONUS TRACK

OSTE DI LELE ADANI 8

I frutti della vendemmia si notano quando definisce il sistema di gioco di Pirlo un 4-4-4. Nuovo Oronzo Canà

POGBA 7

Dà quantità al suo reparto e tiene i suoi a galla con il gol del pareggio, ma la sua squadra ne prende 4…ah ma non è Pobega e non ha giocato contro il Bayern?

MATUIDI 6.5

Sembra un po’ ingrassato rispetto ad agosto, però trova l’assist per Morata in occasione del primo goal e gioca una buona partita in fase di interdizione.

BERNARDESCHI 7

il centrocampista di Carrara da un importante contributo alla vittoria della Vecchia Signora stando in panchina per 90 minuti. DECISIVO!


Pirlo 7.5: Azzecca i cambi, di Allegri dicevano fosse il punto di forza. Finale Champions al primo anno?


JUVENTIBUS LIVE