PAGELLIBUS – Parma-Juventus 0-4, Un po’ Pirlolandia un po’ Gardaland

di Juventibus |

Le pagelle del popolo sono le vostre pagelle, le pagelle di voi lettori di Juventibus. Ad ogni fischio finale, potrete dare un voto con commento a uno dei protagonisti della partita attraverso i nostri social. Da questa stagione, i protagonisti del post partita sarete voi!

 

BUFFON 7

Se a 42 anni, dopo una carriera lunga quanto il regno di Elisabetta II, hai l’umiltà di fare il secondo e di farlo mantenendo un livello che almeno metà dei portieri presenti in Serie A non riesce a permettersi, meriti solo applausi. Ma d’altronde sei Buffon.

DANILO 7.5

Prestazione ancora all’altezza della scelta fatta di metterlo titolare al fantacalcio.

DE LIGT 8
Imperiale, lo trovi ovunque, per larghi tratti a presidiare la trequarti, ma la LORO!
BONUCCI 6.5
È stanco morto, ma da buon juventino cerca di non darlo a vedere. E poi Cornelius non è Zapata…
ALEX SANDRO 7
Si sente, eccome se si sente la differenza da quando è rientrato. Fondamentale.
KULUSEVSKI 7
Di incoraggiamento, qualità fisiche e tecniche da vendere. Primo tempo giocato molto bene, nel secondo si perde un po’. Con un pochino di fiducia in se stesso può diventare un vero crack.
BENTANCUR 7.5
Mi sono girato un attimo ed era a casa mia a sparecchiare, riempire la lavastoviglie e aggiustare l’impianto elettrico
RAMSEY 6
Voto basso perché non concretizza un cioccolatino delizioso di McKennie che lo mette solo di fronte al portiere con un tocco sotto di rara bellezza e precisione. Per il resto, prestazione da mezzala di grande sostanza, con buona capacità di dialogo con gli attaccanti e discreta copertura e impostazione.

MCKENNIE 7-

Nei primi 20 minuti si scambia spesso di posizione con Kulusevski e ricorda Cuadrado non solo per la capigliatura, ma anche per cross ed assist. Dopo il primo gol si mette a far legna a centrocampo senza ulteriori sortite offensive.

MORATA 7

Il gol alla fine rappresenta la ciliegina su una torta caratterizzata da tanto pressing, grinta e un bell’assist per CR7.

RONALDO 23

Nel basket è il numero dei fenomeni e la sua elevazione sul secondo gol della Juve ci fa capire che potrebbe giocare tranquillamente anche con la palla a spicchi. Prestazione da vero leader, mette a tacere tutti.

BERNARDESCHI 6

Entra e per il 90% delle volte non azzecca una giocata, sarebbe da 5, ma recupera due mezzi voti col cross vincente per Morata e una giocata di fino subito dopo.

CHIESA S.V

Gettone di presenza, chissà se servirà per il riscatto.

CUADRADO 6

Entra in campo con il sorriso di chi ha un esame di venerdì 17, avrebbe preferito restare in panchina come chi vorrebbe restare nel letto in una giornata di pioggia. STUDENTE!

PORTANOVA 6

Entra e riesce a creare più di Bernardeschi negli ultimi due anni, poi sembra pure il figlio di Pirlo quindi, promosso.

 


BONUS TRACK

LIVERANI 7

Non mette il pullman ai 16 metri non da ordine ai suoi di portarsi a casa le tibie degli avversari, prova a giocarla ne prende 4 e si consegna al cazziatone del presidente.

PARATICI 8

Come i giocatori forti portati sotto la Mole nelle ultime sessioni di mercato: de Ligt, McKennie, Morata, Chiesa, Danilo, Arthur, Kulusevski, Ramsey. Speriamo, dopo gennaio, di alzare il voto.

LUKAKU 7

Anche stasera impedisce al compagno di segnare perché viene colpito in pieno dal pallone. Ah no, era Karamoh.

RABIOT 7

Si nota la sua assenza in tutte le parti del campo. I suoi inserimenti, la sua velocità di passaggio e la sua aggressività sui avversari. Mai più senza.

GUARDIOLA 8

Prepara bene la partita e si vede finalmente la sua mano, continua così mister!

DRAGUSIN 6

Non gioca ma l’inquadratura a fine partita gli fa guadagnare una sufficienza. Qualità e quantità.

BALZARETTI 9

Tra qualche domenica diventa come la Leotta.


Pirlo 8: Con tutte le difficoltà del caso, sta trovando la quadra e sta iniziando ad essere più pratico e flessibile. Oggi aver messo Portanova e non Rabiot ha dato un grande segnale a chi dorme e passeggia in campo.


JUVENTIBUS LIVE