PAGELLIBUS – Juventus-Genoa 3-1, Nel segno della continuità

di Juventibus |

Kulu

Le pagelle del popolo sono le vostre pagelle, le pagelle di voi lettori di Juventibus. Ad ogni fischio finale, potrete dare un voto con commento a uno dei protagonisti della partita attraverso i nostri social. Da questa stagione, i protagonisti del post partita sarete voi!

SZCZESNY 6

Incolpevole sul gol, oggi non regala nulla a nessuno.

DANILO 37

Come i milioni spesi, che sta dimostrando di valere tutti. Da scarparo a pedina imprescindibile. Chapeau.

DE LIGT 7.5

Un muro, sempre in anticipo, al limite della perfezione se non fosse che scivola e perde scamacca che segna. Ma come si dice la perfezione non esiste.

CHIELLINI 6.5

Se non ha problemi di tenuta fisica e/o infortuni vari, garantisce sempre prestazioni di buon livello.Nel finale improvvisa addirittura qualche cavalcata offensiva come un ventenne in cerca di gloria. Ringiovanito.

CUADRADO 9

due voti e mezzo in piu per la pazienza dimostrata quando più volte non serve Ronaldo contagiato dal fuorigiochismo alla Morata, perdendo sei tempi di gioco, ma si becca gli insulti del portoghese e non fa una piega.

KULUSEVSKI 6.5

Oggi decide di far parte della truppa e giocare cosa rara ultimamente speriamo duri.

BENTANCUR 6

Ha nel DNA la visione all’indietro. Passa avanti solo se il compagno ha un raggio di 30m libero attorno. Altrimenti, anche in area avversaria, guarda dov’è Szczęsny per passargliela.

RABIOT 6.5

Non è Kroos ma quando sta nel suo ruolo e sta concentrato non è manco Felipe Melo. Ha forza fisica e un ottimo controllo di palla, pecca spesso di giocate superficiali ma se al secondo anno ha avuto questo netto miglioramento forse lui più di Altri si potrebbe provare anche per il terzo anno. Finché Tua mamma non ci separi.

CHIESA 7

E che gli vuoi dire ancora? Quando è in campo non importa cosa succede, hai la certezza che dai suoi piedi qualcosa di grandioso nascerà. Un voto in meno per quel contropiede potenzialmente fatale sciupato nel peggiore dei modi.

RONALDO 4

A 36 anni lo spunto non è quello di un tempo e forse un giorno (lontano) lo accetterà. Ma che arriverà mai a capire che il calcio è uno sport di squadra e non un mezzo per perseguire i suoi personali record ,beh, quello è impossibile. Macchina da goal e tra i più grandi di sempre , ma i leader sono altri. Insostituibile (per contratto).

MORATA 6.5

Speriamo che il gol gli dia lo slancio per tornare quello di inizio stagione.


DYBALA 6.5 

Vederlo giocare è un piacere per gli occhi.

ALEX SANDRO 5

Entra, si spegne la Juve e prendiamo gol. 156 passaggi indietro, ammonizione. Speriamo che a giugno sia la volta buona, perché non se ne può più.

RAMSEY 6

Entra con il contapassi per dimostrare che anche lui oggi era allo stadium.

MCKENNIE 6+

Entro, spacco, esco, ciao!


Pirlo 6: Solo per la vittoria. Per il resto la squadra continua a mostrare i suoi limiti e lui i suoi (far uscire Cuadrado, migliore in campo, nell’intervallo…ma fagli giocare i primi 15 minuti del secondo tempo che almeno la partita si indirizza…o no?)


JUVENTIBUS LIVE