PAGELLIBUS / Juve-Porto 1-0: Dybala e tutto il resto annoia

di Willy Signori |

Buffon sv
Inoperoso tranne su un paio di mozzarelle da lontano. E quando il Porto si presenta davanti alla porta su ci pensa Soares e Jota a spararla fuori.

Dani Alves 6
Questo ragazzo, di 40 anni, ha amato un uomo e poi una donna. Mi racconta che ha passato un anno e mezzo in una comune nello stato di Bahia.
Esperto e forte da non perdersi per i primi appoggi sbagliati. Come sempre rende meglio davanti.

Bonucci 6,5
Senza grossi patemi, si rimbocca le maniche nella metà del primo tempo in cui il Porto carica pesante.

Benatia 6
Bene finche regge (come contro il Milan) tranne all’inizio del secondo tempo dove becca uno scivolone da film muto di Stanlio e Ollio. Se non fossimo stati già sul 3-0 sarei morto (e se fosse capitato a Chiellini avremmo chiesto la sua testa su un piatto d’argento).

Alex Sandro 5,5
Aldo Serena commentando dice che gioca trattenuto per via dell’emozione di incontrare l’ex (che fantasia eh?). Resta dietro piantato in difesa col pilota automatico e il gas al minimo. Timido. Ma come cantavano gli Smiths “shyness can stop you from doing all the things in life you’d like to” .

Khedira 6
Me lo ricordavo felpato col pallone tra i piedi. Vederlo sbagliare un controllo era cosa rara. Ultimamente un po’ meno.
Resta l’intelligenza superiore e il livello della partita, da controllare prima e poi da accompagnare per mano fino a dolce morte.

Marchisio 6,5
Molto mobile, un moto perpetuo dalla linea dei 2 centrali fino alla 3/4. Normale amministrazione in una partita che dura solo 40 minuti.

Cuadrado 5
Un giallo, qualche spunto spuntato e poi per non correre rischi doccia un’ora prima del previsto.

Dybala 7
Il gol su rigore (stasera inspiegabilmente netto per tutti) è il meno. Lo vedi che sta bene quando prova a colpire una palla al volo, di destro, quel piede con cui fino a un anno fa nemmeno passava.
Un paio di recuperi da urlo, numeri da giostra e sempre utili.

Mandzukic 6
Sportellate. Manco fossimo a destruction derby. Poi la partita si ammansisce, diventa un vernissage e si risparmia, ma senza darlo troppo a vedere.

Higuain 6
Triste y solitario, perche senza gol gol non ci sa stare. Ci prova senza farsene una malattia, e soprattutto senza dimenticare che il calcio è un gioco di squadra.

 

Pjaca 6
Comunque meglio di Cuadrado. Sai che fatica, direte. É pur sempre incoraggiante vederlo giocare più dei classici 7/8 minuti finali. Continua ancora a incaponirsi un po’ troppo, ma ci siamo.

Barzagli 6
Gestisce con calma le brancaleonate dei portoghesi respingendoli come Trump coi messicani.

Rincon sv

 

Allegri sv
La qualificazione era conquistata all’andata, vale quel voto.
Stasera è stata, a memoria, una delle partite meno emozionali di sempre in CL. Per ritrovare in Europa una sensazione del genere tocca tornare ai primi turni della coppa uefa anni ’80, mercoledì pomeriggio, cielo grigio, avversaria est-europea battuta 4-0 all’andata.
Con Allegri non mi aspettavo i fuochi d’artificio, ne la rumba o la goleada.
È stato un sonnifero ad azione ritardata (dai fischietti portoghesi)
La halma al potere, piatta. Il secondo tempo è stata un’eutanasia del pallone.
Se c’è un disegno, se è tutto calcolato, va studiata la capacità della squadra di usare sempre e solo il carburante che serve per vincere ogni partita, non una goccia di più.