PAGELLIBUS / Juve-Frosinone 3-0: Adesso si può pensare all’Atletico Madrid

di Willy Signori |

pagellibus

La redazione di Juventibus vuole rassicurare i familiari dei componenti della barriera frusinate: nessuno dei loro cari è rimasto ferito durante la battuta dei calci di punizione da parte del giocatore Cristiano Ronaldo dos Santos Aveiro, tesserato della Juventus FC. 

 

Szczesny sv
Lo spettatore non pagante,
è indifferente alla politica
Ci tiene assai a dire “ohissa!”
Ma poi non scende dalla macchina
È come un ateo praticante
Seduto in chiesa alla domenica
Si mette apposta un po in disparte
Per dissentire dalla predica

Cancelo 6,5
Cavallo di razza e i quarti di nobiltà si vedono anche quando va al piccolo trotto.
A Madrid però serviranno le sgroppate.

Bonucci 7
Vince la sfida all’ultimo sangue con Khedira per segnare un gol da 15 cm dalla linea di porta. Non era impresa facile visto la fame che contrassegna il periodo del tedesco di Stoccarda. Per il resto sembra padrone della situazione (e ci mancherebbe, vista l’inconsistenza dell’attacco frusinate) e sopratutto ritrovato fisicamente.

Chiellini 6
Trotterella leggero per il campo per un’ora e dieci più per cercare la condizione che per giocare effettivamente il match. Ma è più forte di lui e quando c’è da fare a spallate non si tira indietro. Al momento della sostituzione viene immediatamente ibernato come facevano col patron Mirigliani tra un Miss Italia e l’altro.

De Sciglio 6,5
Intercambiabile, double face, destro/sinistro come un calzino. Ma soprattutto affidabile.

Khedira 6,5
Messo a sinistra nei 3 di mezzo si lancia in avanti senza ritegno come Murdock dell’A Team. Sta bene e molto probabilmente vincerà il ballottaggio per il WM, che non è il modulo ma lo stadio di Madrid.

Emre Can 6
Allegri lo rimette davanti alla difesa come contro la Lazio, che è come se Nerone avesse provato a dare fuoco a Roma una seconda volta.
Stavolta, grazie anche all’avversario, l’esperimento non porta conseguenze nefaste e Can dimostra una condizione fisica in netto miglioramento.

Bentancur 6,5
Copre le spalle intelligentemente a Cancelo quando il secondo portoghese più forte al mondo decide di vestire i panni di Carmen Sandiego e di partire per la sua “Scorribanda per il mondo da Pechino a Barcellona”. All’uruguagio non resta che ricoprire il ruolo di Mauro Serio anche se senza Elisabetta Ferracini – ah… Elisabetta… – non è la stessa cosa.

Dybala 7,5
Ogni tocco è una joya ed era una sensazione che mancava da un po’. La tirata di orecchi di Allegri e l’appoggio di CR7 lo hanno rivitalizzato.
Poi ci sarebbe anche quel piccolo di tornare a casa e trovarsi Sabatini, che è una splendida persona e un grande giornalista.

Cristiano Ronaldo 7
Volevo un fuoriclasse e han comprato il re, col tiro così forte, sfonda tutte le porte
Col 7 sulla schienaaaaaa
in maglia bianconera , il sogno che si avvera, CRISTIANO DA MADEIRA.

Mandzukic 6,5
Inizia all’arma bianca, passa al fioretto, finisce con la clava e porta a casa la pelle, mettendo un +1 nella casella “assist”

 

Bernardeschi 6
Un po’ indietro di cottura ma da brillantezza nella mezz’ora che gioca.

Caceres 6
Senza avversari è perfetto.

Pjanic sv

 

Allegri 6,5
All’Allianz Stadium Library la Juve fa il suo e porta a casa i 3 punti che permettono di affrontare la trasferta di Madrid con ancora meno pensieri.
Resta un solo dubbio sull’impiego senza sosta di Ronaldo che, ipotetici bonus legati al numero di marcature a parte, va preservato come l’Aquila del Bonelli in vista della CL.
Ottimi 3 punti e ottima prestazione senza disattenzioni in preparazione per Madrid, o almeno così pare. Mercoledì 20 ne sapremo di più.