PAGELLIBUS / Juve-Chievo 3-0: Killing them softly

di Willy Signori |

pagellibus

Perin 6,5
Sempre attento. Bravo perché sembrava la classica partita da portarsi il game boy (che Mattia al massimo avrà visto in qualche museo della scienza) in porta. Invece i gialli lo impegnano e lui si fa trovare preparato, con lo sguardo pronto acuto e profondo.

De Sciglio 6
Ho visto uno in curva col vessillo di De Sciglio. L’amore è cieco. Ha cominciato il 2019 come aveva iniziato il ’18, male. Ma è in ripresa, come un Garelli in salita.

Rugani 6,5
Cuore di papà dimostra ancora una volta che se c’è uno su cui puntare è il ragazzo di Lucca. Niente dubbi ne incertezze ne “un giro di giostra per uno”.
Via dritto per dritto con Daniele.

Chiellini 6,5
Domina in lungo e in largo. Stasera particolarmente sgraziato, o era appena uscito da una cena di leghisti e doveva correre in bagno oppure giocava con la coppa in mano.

Alex Sandro 6
In difesa non c’è bisogno di nulla quindi si dedica all’attacco al piccolo trotto.

Douglas Costa 7
Quando preme il tasto del turbo boost (citazione da 40enni…) non c’è niente da fare. Semina qualsiasi giocatore del Chievo, si procura un rigore, segna un gol bellissimo applicando lo schema Pelè in fuga per la vittoria.

Emre Can 7
Siccome il nuovo acquisto di gennaio è già tornato ai box con la velocità del nonno Simpson dentro al bordello, la prestazione dell’altro tedesco ex Liverpool  è la notizia di serata. Solido a metà campo, bene negli inserimenti, non a caso la mette dentro.

Matuidi 6
Vicino a Can crea una coppia affiatata tipo Bud Spencer e Terence Hill (con Khedira ricorda più “quasi amici”…) battute facili e botte per tutti.

Bernardeschi 6,5
Versione Ralph spaccatutto lascia sul posto gli avversari più e più volte. Sale in sella al Bullit e parte sull’esterno, oltre a fornire un assist per la zuccona bionda di Rugani.

Dybala 6,5
Prosegue la sfilza di partite giocate “sotto come le patate” senza prendersi ribalte speciali. Non sbaglia quasi mai, si va a cercare i palloni come un lagotto va per tartufi, semina gli altri in cm quadri, mette assist. È un percorso scuro come il tunnel spazio-temporale di Dark: non sappiamo dove porterà ma non possiamo fare a meno di percorrerlo.

Cristiano Ronaldo 5
Alen Boksic, sei tu? Esci dal corpo di CR7, o meglio restaci pure fino al 19 febbraio.

 

Bentancur sv

Spinazzola sv

Kean sv

 

Allegri 6,5
Strimpella il nostro dolore con le sue dita
Canta la nostra vita con le sue parole
Ci uccide delicatamente con la sua formazione
Ci uccide delicatamente con la sua strategia
Raccontando l’intera nostra vita con le sue conferenze
Ci uccide delicatamente con la sua canzone.

Prima o poi la sua Juve “ucciderà” dolcemente anche l’avversario di turno.
Col Chievo si sono visti passi avanti, ma ancora è presto e tutti noi stiamo aspettando solo il 20 febbraio…