Micromoviola – Juve-Milan 2-1. Irrati in altalena

di Maurizio Romeo |

Arbitro: Massimiliano Irrati
Sezione: Pistoia

Poco convincente la direzione di Irrati, promosso internazionale solo poche settimane fa in sostituzione dell’uscente Damato.
Molte sbavature per un abritro della sua esperienza, condite da un metro differente nel gestire i cartellini applicando sanzioni differenti per falli apparsi molto simili (lo vedremo nel dettaglio fra poco).

Troppo tollerante rispetto alle proteste o agli atteggiamenti dei giocatori, rischia di farsi sfuggire la partita di mano.

Si fa accerchiare dai giocatori di entrambe le squadre, arretrando, al momento del fallo di Kucka su Mandzukic…

36-4-Irrati

Non dice nulla a Bacca che gli urla in faccia protestando per un fallo di… Bertolacci…

43-Bacca

E stupisce per la flemma che segue al parapiglia generato da Bacca dopo il fallo di Locatelli su Dybala che costa l’espulsione al giovane rossonero. Nessun cartellino, ma soprattutto nemmeno un richiamo verbale ai giocatori coinvolti.
54-3-Parapiglia

 

Il metro differente

Il regolamento

Regola 12 (Falli e scorrettezze), pag. 94 del regolamento nel paragrafo riguardante i falli che determinano la concessione di un calcio di punizione diretto sono specificati i concetti di negligenzaimprudenzavigoria sproporzionata, ovvero i criteri a cui devono attenersi gli arbitri per gli eventuali provvedimenti disciplinari che devono essere associati.

A pag. 95 del regolamento, all’interno sempre della stessa regola, sono evidenziati anche i comportamenti antisportivi che possono portare a un provvedimento disciplinare. Particolare attenzione va riservata all’ultimo paragrafo.

antisportivo

25′ – Suso su Rugani

Decisione:  Fallo, ma nessuna sanzionereferee-whistle-icon-33340

Rischia molto il n°8 del Milan: il suo intervento è scomposto e quando si accorge di essere in ritardo ritrae la gamba, salvo riallungarla in prossimità del contatto. Forse un riflesso condizionato, ma l’intervento poteva essere considerato imprudente e quindi da giallo.

25-SusoRugani

 

30′ – Pjanic su Suso

Decisione:  Ammonizione

Suso supera Pjanic che tenta l’intervento. Il bianconero si accorge di essere in ritardo e abbassa la gamba, ma viene a contatto con il piede dell’avversario. Ci può stare il giallo per aver interrotto un’importante azione offensiva, anche se il rossonero correva in direzione della propria metà campo… Con il metro utilizzato fino a quel momento appare però forse un po’ forzato.

35′ – Kucka su Mandzukic

Decisione:  Fallo ma nessuna ammonizionereferee-whistle-icon-33340

Kucka, già ammonito per il pestone ad Asamoah che genera la punizione del 2-0, si disinteressa del pallone e prima punta Mandzukic…

…poi lo va a colpire con una spallata vigorosa disinteressandosi del pallone, tutto davanti agli occhi di Irrati (la sua testa spunta in basso nell’immagine successiva).

36-2-KuckaMandzukic

Ci poteva stare il secondo cartellino giallo, con conseguente espulsione per il calciatore slovacco del Milan.

43′ – Mandzukic su Kucka

Decisione:  Ammonizione

Si “vendica” Mandzukic pochi minuti dopo quando entra in modo vigoroso, tentando però l’intervento sul pallone. Anticipato dall’avversario finisce per colpirlo l’avversario con la gamba di richiamo. Ammonizione che ci può stare considerando come imprudente la scivolata del giocatore bianconero.

54′ – Locatelli su Dybala

Decisione:  Seconda Ammonizione. Espulsione

3720-256x256x32Inevitabile il provvedimento disciplinare per il giovane centrocampista  del Milan.
Il fallo è da considerarsi almeno imprudente. Si salva dalla vigoria sproporzionata (e quindi dal rosso diretto) probabilmente per il fatto che non vada a colpire l’avversario con il piede a martello.

 

64′ – Bertolacci su Cudrado

Decisione:  Fallo, senza provvedimenti disciplinarireferee-whistle-icon-33340

Fallo molto simile nella dinamica a quello che aveva portato all’ammonizione di Pjanic nel primo tempo. In questo caso però Irrati non prende nessun provvedimento disciplinare nei confronti del n°91 del Milan.

64′ – Bonucci su Bacca

Decisione:  Ammonizione

Dalle immagini è Bacca che va a colpire con il piede la gamba di Bonucci. Il bianconero però non tocca mai il pallone (le immagini in movimento mostrano come la palla non vari mai il proprio giro). A norma di regolamento ci può stare quindi il cartellino iallo per aver fermato un’importante azione offensiva.

I fuorigioco sbagliati

Serata poco positiva anche per il suo primo assistente Preti che non convince su almeno 2 importanti decisioni.

Sul risultato di 1-0 ferma Mandzukic ben lanciato da Asamoah. Il bianconero pare però tenuto in gioco da Antonelli.

15-FuorigiocoMandzukic

Al minuto 29 è lui a far annullare il gol del possibile 3-0 della Juventus dopo il tap in di Khedira.
Fermando le immagini al momento del tiro di Higuain si può però notare come il centrocampista tedesco della Juventus sia tenuto in gioco dal piede destro di Kucka che si trova alle sue spalle.

29-GolAnnulatoKhedira

Decisione che anche per la dinamica dell’azione può apparire sicuramente difficile a velocità normale. La direttiva UEFA agli assistenti arbitrali (che vi riportiamo nell’immagine successiva), recepita anche dall’AIA, indica però di alzare la bandierina solo in caso di assoluta certezza sulla posizione irregolare, in caso contrario di concedere il beneficio del dubbio alla squadra in attacco.01-3-DirettivaUEFA

Evidentemente l’assistente del direttore di gara era sicuro, sbagliando, che il n°6 bianconero fosse in posizione di fuorigioco.

I casi in area

Appaiono invece corrette due decisioni relativamente a due episodi avvenuti in area rossonera.

Nel primo caso Antonelli tocca con il braccio dopo un contrasto con Cuadrado. Il movimento del braccio è però congruo e, soprattutto, il tocco precedente (non si capisce se la tocchi lui o l’avversario) è molto vicino, va quindi considerata come pallone inatteso. Giusto lasciar correre.

16-Antonelli

Rischia moltissimo invece Zapata in pieno recupero, ma colpisce nettamente il pallone non commettendo nessun fallo su Mandzukic.

93-1-Zapata

Ci poteva però stare un calcio di punizione per la trattenuta precedente di Honda che lo rallenta e lo sbilancia leggermente.
In quel caso Irrati avrebbe dovuto anche ammonire il giapponese per aver interrotto un’importante azione offensiva.

93-2-Zapata