Moggi: Locatelli non basta, Icardi meglio di Vlahovic. Nessuno a gennaio.

di Giordano Straffellini |

Locatelli

Direttamente dalla festa di compleanno di Ibrahimovic special guest a casa Juventibus arriva Luciano Moggi. Sempre attento ai fatti del calcio italiano. Sempre attento a tutto quello che ruota attorno al mondo Juve. Festa a sorpresa a casa Ibra, organizzata dalla moglie, a cui Moggi è ancora molto legato. Fra un se c’era Moggi Pogba sarebbe ancora alla Juve e gli attestati di stima nei confronti dello svedese Luciano spiega il suo punto di vista su questo primo scorcio di campionato. Ah vista la foto circolata sui social di recente un piccolo aneddoto: niente rancori fra Moggi e Galliani: ”il tempo mi ha insegnato a perdonare” ci dice il direttore…

La Juventus cerca il risultato

In questo momento la squadra non è criticabile. La Juventus sta mettendo in campo grinta e determinazione per ottenere i risultati. Il bel gioco in questo momento non esiste. La Juventus è obbligata a cercare il risultato ed è quello che sta facendo.

Locatelli non è un pensante.

Locatelli è un buon giocatore che migliora con la sua presenza le prestazioni di Rabiot e Bentancur. Ma è comunque un giocatore al loro livello. Da solo non basta per rendere il centrocampo della Juventus competitivo su tutti i fronti. Manuel non è un giocatore pensante, da ultimo passaggio. Sa interdire bene, sa toccare bene la palla, ma alla Juventus serve altro. Penso che la società interverrà sul mercato la prossima estate.

Attaccante in arrivo ma non a gennaio.

Il mercato della Juventus si farà l’anno prossimo. Nessun arrivo previsto nel mercato di gennaio.  L’obbiettivo della società è un attaccante d’aria. Il classico centravanti di peso. Non sarà però il tanto chiacchierato Dusan Vlahovich. L’attaccante della Fiorentina non rientra nei piani della società. Più probabile un profilo alla Icardi. Tipologia di attaccante che adesso serve alla Juventus.

Ringiovanire la difesa.

La Juventus deve pensare anche al ringiovanimento del reparto difensivo. Attualmente siamo aggrappati a Girgio Chiellini. Ma è ovvio che il reparto va svecchiato. Non con un giovanissimo ma con un giocatore di caratura ed esperienza.

Baggio e Del Piero vs Chiesa e Dybala

I giocatori non sono minimamente paragonabili. Del Piero e Baggio avevano una classe superiore. Dybala può se migliora le prestazioni avvicinarsi a quei due. Da un punto di vista di gioco invece Chiesa e Dybala sono compatibili. Mancando oggi alla Juventus un uomo forte in area Chiesa può ricoprire il ruolo di centravanti. In alcune caratteristiche ricorda molto il padre. Anche se a parer mio rende di più quando parte  da più lontano.  Per una grande Juve sarebbe opportuna farlo partire da dietro con un attaccante di peso a riempire l’area.

Bisogna stare tranquilli o halmi

In questo momento Massimiliano Allegri sta trovando una quadratura a questa strada. Ma i tifosi non devono esaltarsi. La squadra ha delle carenze. Dobbiamo prendere i risultati che arrivano con serenità. Questo atteggiamento può portare ad ottenere risultati anche migliori di quelli sperati.

Per lo scudetto lotta Inter Napoli.

Quindi Juventus al momento fuori dalla corsa scudetto secondo il direttore. Le due squadre attrezzate per il tricolore sono al momento Inter e Napoli. Squadre complete, con ottimi giocatori, e già rodate.

Sempre bello avere la possibilità di chiacchierare con colui che è stato per anni il miglior DS a livello sia italiano che europeo. Le sue parole schiette, dirette ci annunciano una stagione in cui sarà importante capire la squadra per poter correggere l’assetto con il prossimo mercato. E con l’atteggiamento giusto magari togliersi qualche bella soddisfazione.

 

JUVENTIBUS LIVE