Milinkovic Savic-Juve, un anno dopo

di Michael Crisci |

D’altronde la situazione è ferma allo scorso anno: Milinkovic Savic ha un accordo con la Juve, e non disdegnerebbe fare il salto di qualità nel campionato che lo sta consacrando. Anche dall’altro lato la situazione è la stessa della scorso anno; Lotito è fermo su una valutazione monstre (150 lo scorso anno, 100 attualmente). Quel che è certo è che Milinkovic Savic non giocherà più nella Lazio. Bisognerà stabilire se finalmente riuscirà ad approdare in bianconero (lui e Pogba sono autoesclusivi), o se dovrà puntare verso altri lidi.

Di sicuro la stagione di Milinkovic Savic non è stata all’altezza della precedente, quando alle porte del mondiale, il serbo era proiettato verso un’estate che lo avrebbe dovuto vedere come protagonista assoluto. Il mondiale non esaltante (tolta l’ottima prestazione contro la Costa Rica) ha fiaccato la volontà delle pretendenti di prenderlo alle cifre iperboliche richieste, e la ferma volontà di Lotito di non retrocedere di un millimetro ha fatto il resto

Milinkovic Savic è rimasto alla Lazio dunque, e i primi mesi della stagione ne hanno certificato un calo sensibile. Fatta salva la classe del classe 95, la testa era da un’altra parte, alle opportunità mancate. Dal 2019 in poi, la ripresa e un crescendo di prestazioni che ha ridonato alla Serie A uno dei suoi migliori elementi. Da segnalare ad esempio la prova proprio contro la Juventus, nella sfortunata (per la Lazio) sconfitta casalinga di fine gennaio:

Di lì in poi un ulteriore crescendo prestazionale che ha portato a giocate e gol decisivi, come quello contro l’Inter e soprattutto lo splendido stacco di testa in finale di Coppa Italia contro l’Atalanta, a suggello di un grande finale di stagione, che ha portato quindi in dote il suo secondo trofeo italiano

E ora sarà Juve? probabile, molto probabile se il ritorno di Pogba resterà solo un sogno, e forse potrebbe essere un buon pretesto per il serbo per dimostrare di essere all’altezza del francese (del confronto tra i due aveva già parlato il nostro Jacopo Azzolini qui). Sarebbe stata Juve con Max Allegri, amante dei giocatori di stazza, il quale vedeva in lui un playmaker superiore a Dybala (che in realtà playmaker non è); Sarebbe Juve con Guardiola, e come non potrebbe, sarebbe Juve ovviamente con chi lo ha lanciato, Simone Inzaghi, e persino con Sarri, specialista nel plasmare piccoletti, che quest’anno però ha plasmato lo sfortunatissimo lungagnone Loftus-Cheek, che è stata una delle rivelazione della scorsa Premier League

Sarà Juve, nel caso, con Miralem Pjanic a fargli posto in mezzo al campo. E anche per via di un ultimo cadeaux dell’ex AD Beppe Marotta, e di questo avevamo già parlato con Luca Momblano, lo scorso ottobre, in tempi non sospetti. A Genova finirà la stagione agonistica, dal giorno successivo si comincerà a parlare di allenatore e giocatori. E Milinkovic Savic ha una forte nomination da attore protagonista del mercato della Juventus.


JUVENTIBUS LIVE