Micromoviola: Sampdoria-Juventus 1-2

di Maurizio Romeo |

Sufficienza stiracchiata per Mazzoleni, la sua direzione del posticipo della 19a giornata va in archivio con una prestazione fra alti e bassi. Dopo un buon primo tempo nel quale interrompe poco il gioco (ne giova la partita che così  si rivela abbastanza fluida), finisce per perdersi un po’ nella ripresa. Quando la partita si fa decisamente più fisica si “cautela” fischiando molto di più, anche per contrasti che nel primo tempo non venivano giudicati fallosi. Al termine dei 96 minuti di gioco i falli sanzionati saranno 34, in media perfetta coi suoi precedenti, numero che lo conferma come il direttore di gara di Serie A che interrompe il gioco più di tutti.

Usa lo stesso peso anche per i contatti in area (2 in quella della Samp, 1 in quella bianconera) che vengono valutati tutti nello stesso modo: metro condiviso con i suoi collaboratori nella preparazione dell’incontro?

Non convince invece la sua gestione dei cartellini, che risulterà non troppo lineare a fine partita: falli simili vengono valutati diversamente, con “grazie” ricevute e cartellini fiscali. Nel complesso una direzione che presenta qualche margine di miglioramento.


 

Gli episodi in area

Il primo episodio si verifica poco dopo la mezz’ora in areablucerchiata in occasione di un calcio di punizione battuto da Dybala sulla trequarti offensiva di destra.

A centro area sono molti i contatti seguiti con lo sguardo dall’addizionale Rocch: il più importante vede protagonista Cassani che trattiene per la maglia Morata e lo fa cadere.

33-1-CassaniMorata

Non esistono replay televisivi a disposizione, ma il caso vuole che con la mia fotocamera stessi riprendendo proprio quell’azione: ingrandendo il particolare si vede la maglia del n°9 bianconero che si allunga per effetto della trattenuta del terzino avversario.

33-2-CassaniMorata

Rischia moltissimo in questo caso Cassani perchè l’azione poteva portare alla concessione di un calcio di rigore in favore dei bianconeri. Mazzoleni è posizionato correttamente sulla sua diagonale ma sembra coperto, mentre l’attenzione del primo addizionale Rocchi sembra orientata nella zona in cui avviene il contatto. Con buona probabilità valuta anche il contatto fra Bonucci e lo stesso terzino blucerchiato e propende per non segnalare nulla all’arbitro centrale.

Una situazione simile si verifica poi al 15° minuto del secondo tempo: cross dalla destra di Cassano, Rugani (segnato dalla freccia rosa) si avvede che Hernanes non sta seguendo il suo diretto avversario Ivan e lascia la marcatura di Eder per andare a contrastarlo.

59-3-RuganiIvan

Il difensore della Juventus non stacca mai lo sguardo dal pallone e per il movimento a incrocio con il giovane centrocampista della Samp finisce per tamponarlo. Ivan cade a terra non tanto per una spinta (le mani si appoggiano in modo leggero sulla schiena), quanto per un contatto fra la sua gamba e quella dell’avversario che di fatto lo porta ad un autosgambetto.

59-2-RuganiIvan

Anche in questo caso ci poteva stare un calcio di rigore. Controllando le immagini e il posizionamento dell’arbitro e del suo primo addizionale Rocchi si possono fare poi altre considerazioni. Mazzoleni è posizionato correttamente sulla sua diagonale sul lato opposto rispetto all’addizionale, ma a coprire la sua visuale sembrano esserci sia Eder che Lichtsteiner che si trova alle spalle. Rocchi invece è un po’ lontano, sposta velocemente il suo sguardo al momento del cross, ma potrebbe avere Bonucci sulla sua linea di visione. L’azione in questo caso potrebbe essere quindi non essere stata percepita correttamente da entrambi gli arbitri, internazionali, che in assenza di certezze hanno preferito non fischiare nulla.

59-1-RuganiIvan

L’ultimo episodio dubbio in area si verifica a 20 minuti dal termine quando poco prima di un cross basso di Chiellini dalla sinistra, al centro dell’area blucerchiata Moisander dapprima trattiene Morata…

71-1-MoisanderMorata

… poi lo colpisce con la gamba destra sulla coscia causandone la caduta. Anche in questo caso rischia moltissimo il difensore della Sampdoria.

71-2-MoisanderMorata

Mazzoleni è posizionato correttamente sulla sua diagonale e con lo sguardo segue l’evolversi dell’azione. Più vicino è attento pare l’addizionale Cervellera che ha davanti a se una visuale aperta, ma non segnala nulla. Perlomeno nella sostanza questo contatto appare molto simi alla precedente, decisione identica,diverso risalto mediatico.


Falli e cartellini

Al 17° Chiellini entra in modo deciso su Cassano, Mazzoleni è in leggero ritardo, ma è ben posizionato e mantiene la sua visuale libera.

17-1-ChielliniCassano

Dalla sua posizione propende per un contatto negligente (quindi senza sanzione disciplinare). Le immagini ravvicinate mostrano come Chiellini tocchi il pallone poco prima dell’avversario e poi finisca per sgambettare l’avversario. Il difensore bianconero tiene sempre le gambe rasenti al terreno e cerca di fermarsi non appena sente il contatto con l’avversario. Non c’è quindi imprudenza. In presa diretta poteva apparire da giallo pallido, ma dal replay la sensazione è che in questo caso abbia ragione il direttore di gara.

17-3-ChielliniCassano

A pochi minuti dal termine arriva il primo e unico giallo della prima frazione di gioco. Lo prende Bonucci che ferma irregolarmente Carbonero sul limite dell’area bianconera. Il fallo c’è perchè il difensore della Juventus alza la gamba sinistra e sgambetta in questo modo l’avversario.

38-1-GialloBonucci

Giallo corretto a norma di regolamento perchè, nonostante non sia un fallo imprudente, di fatto è cpnsiderato antisportivo perché interrompe una promettente azione d’attacco (l’inquadratura da dietro la porta in questo caso rende perfettamente l’idea in merito).

CriteriAmmonizione

Regola 12, Interpretazioni delle regole del gioco e linee guida per gli arbitri

Fallo di Fernando su Hernanes: dopo un brutto stop il centrocampista della Sampdoria si disinteressa del pallone e va dritto sull’uomo.

49-2-FernandoHernanes

Mazzoleni è a due passi e fischia fallo, ma non prende alcuna sanzione disciplinare. In realtà in questo caso ci poteva stare un giallo per “fallo tattico”.

49-1-FernandoHernanes

Tenta una ripartenza Khedira, ma viene frenato da Eder che prima lo trattiene, e poi lo colpisce sulla gamba…

61-2-EderKhedira

…Mazzoleni è molto vicino all’azione e fischia fallo, ma non prende nessuna sanzione disciplinare. Anche in questo caso a norma di regolamento mancherebbe un cartellino giallo.
61-1-EderKhedira

Cartellino che non può evitare Cassani che trattiene nuovamente Morata in modo vistoso. Mazzoleni è distante ma in possesso di una buona visuale e in questo caso non può esimersi dall’estrarre il cartellino giallo.
66-GialloCassani

Rischia molto Moisander al 69° minuto quando dapprima spinge alle spalle e poi colpisce anche con un calcio sulla caviglia Dybala…

68-1-Moisander

…e poi manda vistosamente a quel paese l’arbitro. Mazzoleni in questo caso sorvola. 68-2-Moisander

Trattenuta evidente e prolungata di Fernando ai danni di Chiellini proprio sotto gli occhi dell’arbitro. Manca un giallo per il n°7 blucerchiato.70-1-TrattenutaFernando

Fallo di Hernanes su Cassano, sia Mazzoleni che Rocchi sono in possesso di una buona visuale.

87-1-GialloHernanes

Giallo pallido, perchè non c’è imprudenza nel fallo del brasiliano, ma che ci può stare.
87-2-GialloHernanes

Trattenuta evidente di Carbonero ai danni di Cuadrado. Questa volta arriva il giallo.
91-2-GialloCarbonero
Episodio importante in pieno recupero quando Fernando sbaglia uno stop di petto…

93-2-Bonucci

…e viene anticipato da Bonucci che rinvia il pallone con la gamba alta, ben lontano dal corpo dell’avversario, ancora sbilanciato all’indietro per lo stop appena effettuato. Mazzoleni è poco lontano, correttamente posizionato e in possesso di una visuale ottimale per giudicare.
93-1-Bonucci

Non si tratta però di azione di gioco pericoloso perché Bonucci non mette incolumità dell’avversario e non gli impedisce di giocare il pallone.

GiocoPericoloso

C’è poi un contatto fra il piede del difensore della Juventus e la coscia dell’avversario. Analizzando i fotogrammi a disposizione si può notare come il centrocampista della Samp allunghi la gamba sotto quella dell’avversario dopo che lo stesso ha calciato il pallone (nel fotogramma precedente, al momento in cui Bonucci rinvia, il giocatore blucerchiato ha entrambi i piedi a terra). Oltretutto il centrale bianconero ha lo sguardo fisso sul pallone e non si avvede del movimento dell’avversario.

93-3-Bonucci

Mazzoleni porta il fischietto alla bocca e poi fa segno con il braccio di rialzarsi al giocatore della Sampdoria. La sensazione è che in questo caso abbia ragione nella sua decisione.

93-4-Bonucci

Nell’immediato proseguimento dell’azione c’è una ripartenza bianconera con il pallone arriva a Zaza in prossimità della linea laterale. Moisander viene superato dal pallone ma con lo sguardo punta decisamente l’avversario. Mazzoleni è distante dall’azione, che peraltro si svolge proprio davanti al IV uomo, ma è in possesso di una buona visuale.
94-1-RossoMoisander

Le immagini del replay mostrano come il difensore finlandese non guardi più il pallone, ma solo il n°7 bianconero…


94-3-RossoMoisander

…e finisca per colpirlo prima sul piede destro…

94-2-RossoMoisander

…e poi lo travolga con un entrata troppo decisa anche con la gamba di richiamo.94-4-RossoMoisander

Non ha nessun dubbio Mazzoleni che estrae il cartellino rosso.

L’intervento di Moisander  è configurabile come fallo grave di gioco per la vigoria sproporzionata con la quale viene effettuato. Rosso inevitabile, incomprensibili quindi le proteste di Cassano che da almeno 20 minuti aveva già intrapreso una discussione con Mazzoleni e la panchina bianconera praticamente ad ogni contatto falloso.