Micromoviola: Juventus-Verona 3-0

di Maurizio Romeo |

Non raggiunge la sufficienza la direzione di Calvarese: nonostante la partita non presenti insidie e sia tutto sommato facile da interpretare, costella la sua prestazione di piccoli e grandi errori. La preparazione fisica è buona e si vede in quanto l’arbitro abruzzese è spesso vicinissimo all’azione,  questo però non lo esime da esprimere valutazioni che non convincono già in presa diretta e lo fanno meno dopo i replay. Più che altro a non convincere è il (non) metro utilizzato durante la gara: sin troppo permissivo all’inizio delle due frazioni di gioco, diventa molto fiscale nell’ultima parte di una partita che non ha nessuna tensione. Alla fine della partita sul tabellino finiranno per risultare qualche cartellino di troppo e per mancarne altri forse più evidenti. Nei casi in area di rigore finisce per avere ragione a metà e anche questo è troppo poco per raggiungere la sufficienza

 


Gli episodi in area

Nelle 7 partite sin qui dirette da inizio campionato Calvarese aveva concesso un solo calcio di rigore per la chiara occasione da rete negata da Maicon in Roma-Atalanta. Questa partita non fa eccezione e non smentisce la sua tendenza stagionale nel giudicare i contatti in area come vedremo nell’analisi dei 3 casi della partita.

A seguito di una lunga rimessa laterale di Alex Sandro, Moras trattiene con entrambe le braccia Morata in area di rigore del Verona.

31-2-AbbraccioMorasMorata

Rivedendo le immagini ravvicinate, per il mio metro di giudizio la trattenuta del capitano gialloblù non sia tale da essere considerata sanzionabile con un calcio di rigore. Per completezza bisogna dire che il giocatore greco rischi comunque molto perché la trattenuta è prolungata, lo salva però l’esperienza perché lascia la presa nel momento in cui si accorge che l’avversario non tenti la giocata ma cerchi il contatto spostando all’indietro il peso del corpo.

31-3-AbbraccioMorasMorata

Calvarese è in posizione ottimale per giudicare e lascia proseguire il gioco. I movimenti dei due calciatori lo fanno probabilmente decidere in questo senso.

31-1-AbbraccioMorasMorata

Sembra invece abbastanza evidente il contatto falloso di Bianchetti ai danni di Pogba al 14° minuto del secondo tempo. Il centrocampista della Juventus tenta un dribbling, ma viene colpito sulla gamba destra dal difensore avversario.

59-2-RigorePogba

Netto il movimento della gamba del n°22 gialloblu che si alza e va a colpire l’avversario poco sopra il ginocchio.

59-3-RigorePogba

Contatto che mina l’equilibrio del centrocampista bianconero che tenta comunque di superare Moras. Il difensore greco tenta di intercettare il pallone, ma finisce anche lui per colpire l’avversario sul piede.

59-4-RigorePogba

La caduta di Pogba rende oltretutto evidente come Bianchetti stesse anche trattenendo per la maglia l’avversario.

59-6-RigorePogba

L’addizionale Doveri è molto lontano e in posizione non ottimale per supportare la decisione di Calvarese che, nonostante sia ben posizionato sulla sua diagonale e a poca distanza senza nessun giocatore a coprirgli la visuale, lascia proseguire il gioco.

59-1-RigorePogba

Un errore che sarebbe quindi da segnare con la matita rossa perché l’episodio avviene proprio davanti ai suoi occhi e non pare di difficile lettura dalla sua posizione.

L’ultimo episodio accade quando manca poco al 90°: tiro da fuori di Emanuelson che viene respinto con il corpo da Chiellini. Calvarese lascia correre nonostante le proteste dei calciatori del Verona. Le immagini non sono chiare e non esistono replay ravvicinati, ma la sensazione è che il n°3 bianconero intercetti il pallone con il petto. Il direttore di gara  è correttamente posizionato sulla sua diagonale ma non ha la visuale ottimale per decidere quindi si affida al suo addizionale Mariani che, via radio, gli segnala che non vi sia alcun fallo del difensore bianconero.

90-Chiellini


Le azioni dei gol

Timide proteste dei giocatori gialloblu in occasione dei due calci di punizione da cui si originano i primi gol bianconeri.

Abbastanza netto il primo fallo di Souprayen che entra in scivolata e intercetta il pallone colpito da Lichtsteiner con il polpaccio…

5-2-FallosuLichtsteiner

…e finisce poi per travolgere con la gamba di richiamo l’avversario, colpendolo con il ginocchio.

5-3-FallosuLichtsteiner

Calvarese è correttamente posizionato sulla sua diagonale e seppur parzialmente coperto da Khedira ha una buona visuale sul contatto.

5-1-FallosuLichtsteiner

Il direttore di gara si confronta con l’addizionale Mariani (visibile in alto a sinistra in posizione accucciata, segno di concentrazione sull’azione) e propende per l’intervento negligente, non adottando quindi nessuna sanzione disciplinare.

Negligenza

Sia in presa diretta che dai replay però si ha la sensazione di un intervento borderline fra il negligente e l’imprudente. In questo caso ci poteva stare anche un giallo per il francese del Verona che verrà graziato anche altre volte durante il match.

Fallo netto anche in occasione del calcio di punizione da cui scaturirà il 2-0 di Bonucci perchè Helander finisce per colpire la caviglia sinistra dell’avversario. Contatto involontario e negligente, ma comunque falloso.

45-1-FallosuDybala

Regolare poi la posizione di Zaza al momento dell’assist di Pogba per la rete del 3-0, ottima chiamata del primo assistente Dobosz in questo caso.

82-GolZaza


La gestione di falli e cartellini

Non sembrano molto differenti gli interventi con cui Wszolek colpisce Marchisio al 18°…

19-2-FallosuMarchisio

…e Greco travolge Morata solo pochi minuti dopo.
24-2-GrecosuMorata

La differenza sta nelle sanzioni disciplinari e nel posizionamento dell’arbitro al momento dei falli: nessuna per il primo, valutato frontalmente..19-1-FallosuMarchisio

…ammonizione per il secondo, valutato sempre da vicino ma questa volta dietro ai due giocatori.

24-1-GrecosuMorata

Corretto il giallo a Marchisio che in corsa colpisce con il ginocchio la gamba di Souprayen fermando un’importante azione offensiva del Verona…

47-2-GialloMarchisio

Cartellino pesante per il n°8 bianconero che, diffidato, salterà per squalifica il prossimo turno. Anche in questo caso il direttore di gara è molto vicino all’azione.

47-1-GialloMarchisio

Commette un errore Calvarese in avvio di secondo tempo. Giusto ammonire Halfredsson per questo intervento con il piede alto su Dybala…

48-3-Dybala

…Sbagliato non prendere la stessa decisione nei confronti di Souprayen che, in evidente ritardo, colpisce in modo deciso Khedira che si era appena liberato del pallone.
Calvarese è correttamente posizionato sulla sua diagonale e cerca di sporgersi perchè Greco gli copre la visuale.

48-1-Khedira

Il contatto pare non essergli sfuggito: ciò si può desumere dalla gestualità chiara con cui indica la concessione del vantaggio ai bianconeri.

48-2-Dybala

Avrebbe però dovuto ammonire il difensore francese del Verona per l’intervento imprudente su Khedira, così come previsto dal regolamento.

vantaggio

Ci poteva stare un cartellino giallo anche per questo intervento di Chiellini ai danni di Pazzini.

21-2-ChielliniPazzini

Il difensore bianconero allarga infatti il braccio e seppur in modo non violento va a colpire l’avversario sul petto.

21-3-ChielliniPazzini

La sensazione in questo caso è che il direttore di gara dalla sua posizione abbia erroneamente percepito uno scontro con la spalla e non, come avvenuto, con il braccio di Chiellini.

21-1-ChielliniPazzini

Appare esagerato il cartellino giallo con cui viene sanzionato Alex Sandro per un fallo su Wszolek, in seguito alla ripartenza del Verona dopo l’azione del rigore non fischiato su Pogba. Il difensore bianconero ha una corsa decisamente più veloce dell’avversario che lo trattiene per un braccio. Lo fa con esperienza bloccando la spalla dell’avversario con l’avambraccio: questo tipo di trattenuta è poco visibile dalla posizione del direttore di gara (anche se non dovrebbe sfuggire all’occhio dell’addizionale Mariani).

59-8-GialloSandro

Calvarese punisce invece l’azione del n°12 bianconero che allarga il braccio e allontana l’avversario. Dal suo punto di vista diventa così reo di aver fermato un’importante azione di attacco per il Verona.

59-9-GialloSandro

Rivedendo le immagini la sensazione che ho è che l’arbitro abruzzese, sorpreso dall’evolversi dell’azione e per una volta moto lontano dai due, prenda questa decisione di pancia dall’arbitro.

59-7-GialloSandro

Pochi minuti dopo Souprayen ferma una ripartenza di Khedira incrociando le gambe dell’avversario e causandone la caduta. In questo caso manca almeno un fallo e forse anche un cartellino: osservando lo sguardo del francese, rivolto più al centrocampista bianconero che non al pallone, l’incrocio non sembra così involontario…
Occorre però evidenziare come il contatto si svolga lontano dal centro dell’azione (la palla è poco lontano da Dybala – al centro dell’immagina) e avvenga quindi nella zona cieca per l’arbitro. In questo caso avrebbero potuto però aiutarlo sia l’assistente Dobosz che il IV Uomo Crispo posizionati in quel lato del campo.

66-Khedira

A dieci minuti dalla fine Sturaro viene ammonito per un fallo su Halfredsson: il centrocampista bianconero cerca il pallone ma finisce per colpire la tibia dell’avversario.
La mia sensazione è che il contatto sia più negligente che non imprudente.

80-2-GialloSturaro

Anche in questo caso Calvarese si trova molto vicino e posizionato frontalmente rispetto ai due giocatori.

80-1-GialloSturaro

Quest’ultima decisione, molto severa, è emblematica per evidenziare come il direttore di gara non abbia utilizzato un metro unico all’interno di una partita peraltro nemmeno troppo difficile da gestire e già indirizzata sin dai primi minuti.