Micromoviola: Juventus-Roma 1-0

di Maurizio Romeo |

Lo dico subito: non mi ha per niente convinto la direzione di Banti, costellata da piccoli grandi errori che per fortuna non hanno inciso sulla partita. Ci può anche stare cercare di mantenere il proprio stile di direzione (limitare il numero di interruzioni dovuti ai falli e estrarre i cartellini quando è necessario) nonostante sulla carta l’incontro sia difficile, ma l’arbitro livornese non ha mai dato l’impressione di avere le redini della partita sempre saldamente in mano. Ciò che lascia perplessi è il metro utilizzato, perchè di fatto non sembra esserecene uno. Lascia correre molto il gioco come suo solito, ma allo stesso tempo non sanziona falli netti avvenuti davanti ai suoi occhi in zone importanti del campo, oppure fischia per contatti leggeri sull’onda emozionale (come in occasione del mani di Pjanic). “Coerente” su alcune decisioni, non vuol dire però che scelga la via corretta, anzi in alcuni casi più che di coerenza si può parlare di doppio errore. Inconcepibile infine che permetta ai giocatori di mandarlo vistosamente a quel paese (alcuni anche più volte) senza grossi richiami o provvedimenti e questo ne mina un po’ la credibilità agli occhi dei giocatori. Va bene la comprensione per la tensione agonistica, ma in questo caso si è forse un po’ superato il limite. Manca poi un corretto supporto dei suoi collaboratori in occasione del giallo a De Rossi (forse era qualcosa di più…) e di quello a Evra che si copriva il viso (per regola mento nemmeno fallo…): in entrambe le occasioni Irrati sembra non supportarlo al meglio.  Da rivedere.

 


 

I (non) rossi di De Rossi

Daniele De Rossi ha rischiato moltissimo (è un eufemismo) di finire anticipatamente sotto la doccia domenica sera, perlomeno in tre occasioni.

La prima dopo nemmeno 10′ quando con palla lontana colpisce Mandzukic con un pestone sul piede destro e contemporaneamente con una manata al centro della schiena.

8-1-DeRossiMandzu

Banti è di spalle perché segue l’azione che si svolge da tutt’altra parte e la condotta del capitano della Roma viene segnalata presumibilmente sia dal secondo assistente Padovan che dal secondo addizionale Irrati, che invece disponevano di una visuale migliore e appaiono indirizzare la propria attenzione proprio ai due giocatori.

Il direttore di gara estrae un cartellino giallo, che però a norma di regolamento non trova una spiegazione: nella Regola 12 (Falli e cartellini), nella sezione relativa alle infrazioni passibili di ammonizione non sembra esserci in effetti una voce in cui categorizzare l’azione del n°16 giallorosso.

ammonizione

Il comportamento non può essere annoverato nemmeno fra quelli considerati antisportivi e passibili di ammonizione, elencati nelle linee guida in calce alla stessa regola.

 

Antisportivo

Il pestone e il colpo alla schiena sarebbero invece annoverabili con la condotta violenta, soprattutto in assenza di una contesa per il pallone.

8-4-Vigoria

La passa quasi liscia quindi il capitano giallorosso. In un video amatoriale ripreso dalla tribuna Nord dello Stadium, si nota come, pochi istanti prima sia De Rossi ad andare a stuzzicare l’avversario che si rammaricava con Dybala per non essere riusciti a concretizzare al meglio l’azione precedente.


8-3-DeRossiMandzu

Pare quindi errata la scelta del cartellino, ma può anche essere comprensibile: non avendo visto direttamente l’azione, al 7° minuto di uno Juventus-Roma, probabilmente ha preferito scegliere la punizione minore. Corretta invece la decisione di far riprendere il gioco con un calcio di punizione dal punto in cui De Rossi ha commesso l’infrazione: essendo stata battuta la rimessa laterale, la palla era in gioco e quindi è corretta questa decisione del direttore di gara.

Rischia poi nuovamente il Capitan Futuro giallorosso alla mezz’ora.

Partiamo dall’antefatto: De Rossi e Mandzukic si avventano su un pallone. Banti, correttamente piazzato sulla sua diagonale, ma lontano una ventina di metri dai giocatori e di spalle rispetto ai due fischia un calcio di punizione in favore della Roma. Decisione presa probabilmente d’istinto.

30-1-DeRossiMandzu

Le immagini rallentate peraltro non chiariscono con certezza se la palla sia colpita dal gomito del giocatore della Roma o dalla mano (con il guanto nero) dell’attaccante della Juventus.

30-2-DeRossiMandzu

In questa occasione però le riprese colgono il labiale di De Rossi che si rivolge verso l’avversario con un insulto abbastanza antipatico (per usare un eufemismo): “Zingaro di m….”.

BantiZingaro

Conosciamo già l’inapplicabilità della prova TV per questo tipo di insulti contenenti discriminazione etnica… Se però l’avesse sentito Banti, avrebbe dovuto espellerlo come previsto al punto 6 della regola 12.

espulsione

Le immagini mostrano la posizione del direttore di gara, a 7/8 metri dal giocatore giallorosso, possibile che non abbia sentito l’insulto?

Rischia nuovamente De Rossi nei primi minuti del secondo tempo, quando davanti agli occhi del direttore di gara trattiene per la maglia Dybala che stava ripartendo in velocità. Da regolamento avrebbe meritato un cartellino giallo per comportamento antisportivo (trattenuta e fallo tattico che interrompe un’azione d’attacco), che sommato a quello che già gravava sulle sue spalle lo avrebbe costretto a lasciare anzitempo il terreno di gioco.

48-1-TrattenutaDeRossi

Un miracolo quindi che il capitano della Roma sia riuscito a rimanere in campo per tutta la durata dell’incontro.

 


I casi in area

Timide proteste della Juventus al 12° minuto quando in occasione di un calcio d’angolo si vede Pogba cadere in area a seguito di una trattenuta di Digne.

12-1-DignePogba

L’azione non è nel campo visivo del direttore di gara, mentre il secondo addizionale Irrati sembra volgere la sua attenzione proprio verso i due giocatori che si iniziano a trattentere all’esterno dell’area di rigore giallorossa.

12-2-DignePogba

Decisione che sembra corretta perchè le trattenute sono reciproche. Il n°10 bianconero peraltro si rialza senza alcuna protesta, segno che ritenga di non aver subito azione fallosa.

12-4-DignePogba

 

Protesta invece in modo vivace la Juventus a pochi minuti dal termine del primo tempo per questo fallo di mano di Pjanic che impedisce così a Dybala di giocare il pallone.

38-4-ManoPjanic

A far propendere per la volontarietà del gesto è questa immagine che mostra chiaramente come il giocatore bosniaco della Roma stesse guardando il pallone e non faccia nulla per evitare il contatto, anzi.

Banti, a pochi metri e con un’ottima visuale a disposizione, fischia…

38-3-ManoPjanic

…però un precedente contatto fra Mandzukic e De Rossi con una caduta plateale del centrale giallorosso.

38-1-SvenimentoDeRossi

Il direttore di gara porta il fischietto alla bocca già qualche istante prima del fallo di mano di Pjanic, ma sembra attendere l’evoluzione dell’azione, quasi come se intendesse far proseguire in caso la palla fosse rimasta in possesso della squadra giallorossa. Interessante anche la postura del secondo addizionale Irrati, concentrato sull’azione, che invece non sembra aver evidenziato alcuna azione fallosa nel contatto precedente.

38-2-SvenimentoDeRossi

Cosa causa la caduta di De Rossi? Le immagini sembrano mostrare un contatto fra la spalla del giocatore bianconero e la schiena dell’avversario.

38-5-ManoPjanic

Le immagini amatoriali riprese dall’utente Pagno72 e disponibili su Youtube (qui il video integrale) hanno una prospettiva migliore per giudicare il contatto: da qui si ha la netta sensazione che sia Rüdiger a spingere il n°17 bianconero verso l’avversario e che De Rossi cada in modo scomposto (e immotivato per il tipo di contatto) con una tempistica quantomeno “sospetta”. Passano infatti alcuni secondi da quando Mandzukic lo tocca sulla schiena e lui i inarca e cade.

38-6-SvenimentoDeRossi

Dal minuto 7:09 potete trovare l’azione e visionare direttamente voi l’accaduto.
Banti insomma dà quasi la sensazione di tirare un sospiro di sollievo e poter fischiare il fallo(dubbio) precedente…per non dover fischiare un evidente rigore (ne ha concessi solo 1 da inizio campionato…). Dalla sua posizione però ci può stare.
All’81° Dzeko segna a gioco fermo. Pochi istanti prima era arrivato il fischio di Banti che aveva sanzionato una trattenuta del centravanti bosniaco ai danni di Barzagli. L’azione è sotto gli occhi del direttore di gara e di entrambi i suoi collaboratori.

81-1-SpintaDzeko

Le immagini ravvicinate evidenziano come l’attaccante della Roma si aggrappi al braccio sinistro del centrale bianconero e gli impedisca così di saltare in maniera corretta. Giusto quindi interrompere l’azione.

81-2-SpintaDzeko


Il metro ballerino…

Non convince decisamente il metro dell’arbitro livornese.

Dopo averla scampata già in precedenza per un fallo non sanzionato su Khedira(lo vedremo successivamente), se la cava nuovamente Rüdiger che entra in questo modo su Marchisio e interrompe una promettente azione d’attacco della Juventus. Banti non è molto distante dall’azione anche se forse è leggermente coperto da Vainqueur.

13-1-RudigerMarchisio

Il direttore di gara fischia fallo, ma non prende alcun provvedimento disciplinare. Provvedimento che però ci poteva stare perchè quando si accorge di essere superato da Marchisio con un pallonetto…

13-2-RudigerMarchisio

…il n°2 della roma porta indietro il sederee va a colpire l’avversario senza interessarsi del pallone.

13-3-RudigerMarchisio

Si tratterebbe di fallo tattico che compromette volontariamente un’importante azione offensiva. Un giallo da manuale… che però il direttore di gara non estrae.

Cartellino che per il centrale tedesco arriva pochi minuti dopo quando ferma Dybala in modo imprudente.

14-2-RudigerDybala

Se la cava anche Marchisio  perchè il fallo in ritardo su Pjanic a centrocampo…

47-1-MarchisioPjanic

…appare decisamente imprudente. Manca un cartellino per il centrocampista bianconero.

47-2-MarchisioPjanic

Dopo essere stato ammonito per proteste Pjanic, che lo aveva già fatto in una occasione precedente, manda platealmente a quel paese l’arbitro, proprio davanti ai suoi occhi. Banti lascia passare…

51-PjaincVaffa

Fischia probabilmente d’istinto l’arbitro livornese quando sanziona Evra, reo a suo dire di aver intercettato con un braccio il tiro di Florenzi.

88-1-GialloEvra

Posto che non sarebbe mai fallo il gesto istintivo di ripararsi il volto…

Screenshot_2016-01-24-22-34-21

…la sensazione dalle immagini è che il giocatore francese della Juventus colpisca il pallone più con il fianco che non con le braccia.

88-2-GialloEvra

Banti ammonirà anche il n°33 bianconero (provvedimento inevitabile se decide di sanzionare l’intervento). Sanzione pesante, perchè Evra era diffidato e sarà così costretto a saltare il prossimo impegno contro il Chievo. Ingiustamente.


La sbracciata di Mandžukić

Rischia molto l’attaccante croato della Juventus quando nel tentativo di coprire il pallone dal ritorno di Rüdiger, lo colpisce con il braccio all’altezza del collo.

51-1-MandzuRudiger

L’azione è decisamente imprudente e meritevole di cartellino giallo: non sembra esserci vigoria sproporzionata né brutalità perchè il contatto avviene con l’avambraccio e non con il gomito che non viene allargato in modo violento dall’attaccante ex Bayern e Atletico.

51-2-MandzuRudiger

Va peraltro evidenziato come Rüdiger cada tenendosi la fronte (viene colpito sul collo) dall’altra parte rispetto a quella su cui subisce il colpo… A voi le riflessioni in merito.

51-3-MandzuRudiger


I falli evidenti non fischiati

Va bene lasciare correre il gioco su falli marginali a centrocampo come spesso fa l’arbitro livornese, ma quando gli stessi accadono in prossimità dell’area di rigore e con una visuale buona per l’arbitro è più giusto considerarli errori che non metro arbitrale.

Al 7° minuto c’è un’importante azione bianconera in prossimità dell’area di rigore con Khedira che si accentra. Rüdiger intercetta il pallone e poi lascia la gamba senza ritrarla, al fine di bloccare l’avanzata dell’avversario. Banti è a pochi passi e sembra avere una buona visuale sull’azione, ma non fischia nulla, anzi fa segno al n°6 bianconero di rialzarsi.

7-1-RudigerKhedira

Il replay mostra però l’azione fallosa del n°2 della Roma, che interrompendo un’importante azione offensiva degli avversari rischia per regolamento anche il cartellino giallo. Errore quindi per Banti.

7-2-RudigerKhedira

Intervento spericolato di Manolas in prossimità della linea di fondo. Mandzukic per non farsi male è corstretto a saltarlo…

32-1-ManolasManzo

…nonostante questo però il giocatore della Roma lo travolge con entrambe le braccia e lo fa cadere a terra.

32-2-ManolasManzo

Banti è poco distante dai due giocatori e lascia correre, indicando ad ampi gesti che per lui il n°44 giallorosso ha colpito il pallone.

32-5-ManolasManzo

Il replay ravvicinato evidenzia però come il giocatore della Roma non tocchi mai il pallone prima di travolgere l’avversario…

32-3-ManolasManzo

…bensì lo tocchi per la prima volta nettamente dopo averne causato la caduta. Altro errore importante per il direttore di gara.

32-4-ManolasManzo

Leggermente più spiegabile invece il fallo non fischiato su Evra, nonostante la buona posizione e la vicinanza all’azione il direttore di gara lascia proseguire…

58-1-PjanicEvra

Banti non sanziona infatti questo fallo di Pjanic che aggancia la gamba destra dell’esterno bianconero…

58-2-PjanicEvra

…probabilmente pensando erroneamente che il centrocampista bosniaco della Roma tocchi il pallone, che invece viene intercettato dal piede sinistro di Florenzi. Manca quindi un calcio di punizione per i bianconeri da posizione interessante.

58-3-PjanicEvra