Medioevo mediatico: tornano i “poteri forti” ed il “complotto”

di Giordano Straffellini |

complotto

Bentornati complotto e “poteri forti”. Quasi ne sentivamo la mancanza. Sono bastate due partite giocate da Juve e una zona Champions ancora in bilico per far partire il tam tam mediatico. Sparisce il campionato più bello degli ultimi 10 anni. E pensare che fino a venerdì scorso il tema dominante era la passerella che avrebbero dovuto fare i giocatori della Juventus per onorare la cavalcata dell’Inter. In un’annata in cui abbiamo visto di tutto e di più a livello di regolamenti arbitri e VAR il fronte “antiJuventino” si compatta e attacca il malcapitato Calvarese, reo di essere il tramite dei poteri forti che vogliono la Juventus in Champions League. Che dire rimaniamo esterrefatti. Quindi analizziamo quali sarebbero i poteri forti che vorrebbero la Juve in Champions.

La Uefa di Ceferin

La Juventus, una delle promotrici più attive della Super Lega , si è inimicata il massimo organo istituzionale del calcio a livello mondiale. Inimicato al punto che indipendentemente da come sarà la classifica del campionato da più parti si paventano sanzioni nei confronti dei bianconeri, leggasi squalifica di due anni dalle competizioni Europee.

Lega FIGC

Dobbiamo parlare di Gravina? in prima linea nella battaglia anti Juve e Super Lega. Addirittura fresco di nomina del board Uefa. Una Lega che firma un protocollo con CTS , Ministero della Salute e tutte le squadre di Serie A, e che accetta passivamente le regolette dell’ASL di turno senza nemmeno presentarsi all’ultimo grado di giudizio?

Gli Arbitri

Cavallo di battaglia del tifoso antijuventino, che raccoglie ricordiamolo il fronte compatto dei tifosi di tutte le altre squadre. Alcuni dati di questo campionato:

  • La Juventus è la squadra fra le prime 5 che ha ricevuto più rigori contro negli ultimi 2 anni 20
  • Il Milan quest’anno batte il record di rigori a favore in un campionato 18
  • Il Napoli negli scontri diretti con la Juve riceve 3 rigori a favore
  • Tolto al Napoli il -1 in classifica perché la FIGC non si presenta

I media e la “teoria del complotto”

E veniamo alla giungla mediatica. Imbarazzanti i commenti del dopo partita. Sparisce il calcio, sparisce perfino l’espulsione di Bentancur che condiziona non solo la gara in corso ma quella dell’ultima giornata. Arrivano le affermazioni deliranti di Sconcerti, in un articolo che definire vergognoso sembra perfino riduttivo. Sorvoliamo sul vicedirettore del servizio pubblico che ormai da tempo è incommentabile. E allora ci chiediamo, più che riformare il calcio non sarebbe il caso di migliorarne il racconto? Quando supereremo questo medioevo mediatico in cui le teorie dell’ammonizione di Pjanic vengono ribaltate se l’ammonizione tocca a Bentancur? Dove se il rigore all’ultimo minuto è contro la Juventus in Champions col Real Madrid la protesta è mancanza di stile, mentre se è quello di Cuadrado determina l’andamento di un intero campionato?

Concludiamo con l’episodio forse più triste, dopo che Brozovic commenta in maniera indecorosa la partita di sabato arriva furtivo il like del commissario tecnico della Nazionale Italiana, poi probabilmente su consiglio di qualcuno rimosso, che dire anche qui rimaniamo senza parole. Il punto di vista è molto semplice: la Juventus si trova in questa posizione di classifica per propri demeriti sportivi, non ci stancheremo mai di dirlo. L’inesperienza dell’allenatore, la mancanza di carattere dei giocatori ed una società che non sempre è stata di supporto saranno le uniche cause di cui parleremo a campionato finito in caso di risultato negativo.  Se le cose andranno in maniera imprevista ve lo diciamo, preparatevi, perché il campo, l’etica il fair play passeranno in secondo piano, se la Juve arriverà tra le prime quattro  il merito sarà esclusivamente dei poteri forti , non si sa quali, che fortemente vogliono la Juventus in Champions…