Maurizio Sarri, che tu sia uguale e diverso da come sei

di Riceviamo e Pubblichiamo |

Di Francesco Cionfoli

Svegliarsi da un sogno e ritrovarsi nella realtà, costruire una piramide di certezze e realizzare fosse un castello di sabbia. Oltre le ipotesi e incastri futuri, quello che conta è il presente: il futuro è adesso e porta il nome di Maurizio Sarri.
La Juventus ha scelto la rivoluzione, la Juventus ha scelto l’entertainment, la Juventus ha scelto da sola senza condizionamenti, come sempre.
Dopo 5 anni, ritorna lo scetticismo e spero anche che tra qualche anno tornino anche i rimpianti.
Nel calcio di oggi, privo di bandiere e uomini coerenti, bisogna analizzare con lucidità la professione. E nella professione, Maurizio Sarri è un rigido professore. 4-3 -3 o 4- 3 -1 -2 o 4 -3 -2- 1 poco importa, sarà anche il mercato a dirlo. Ciò che importa è la solida base da cui parte il nostro nuovo allenatore, una squadra pronta e vincente ma forse non valorizzata a pieno in alcuni suoi interpreti molto tecnici, molto alla Sarri (penso a Pjanic, Bentancur, gli esterni o Dybala, e i tanti gol del più forte ovviamente). Inutile dire che ora tutti noi ci aspettiamo un “quid” sul mercato e forse Paul Pogba sarebbe lo shock per portare alle stelle gli ottimisti, entusiasmare i neutrali e normalizzare gli scettici.
Se ripenso ai trascorsi calcistici di Sarri, posso asserire che il nostro professore indubbiamente possiede la materia e rende i suoi allievi dei professionisti migliori. A volte pecca nella disciplina, ma il consiglio, non di scuola ma d’amministrazione, serve a guidarlo sulla retta via. Tutti aspettiamo con curiosità la presentazione e a mio parere sin da giovedì vedremo un’altra figura, a prescindere da tuta e sigarette. L’ambiente conta e esorto tutto il popolo bianconero a non avere dubbi circa “lo stile Juve”.
Si dice che la Juve non abbia preso un vincente, ma chiediamoci che occasioni abbia avuto per trionfare, Europa League a parte.
Ricordo invece Sarri come il solo che ha fatto vacillare il dominio bianconero durato già 8 anni. La materia prima non era tra le prime e ora è di primissima qualità. Plasmala come sai e dopo la tempesta dello scetticismo, ci sarà la quiete dell’oblio.
L’ importante che tu sia uguale e diverso da come sei, e magari ti ringrazieremo.
Ad maiora Maurizio.