Marotta translate

di Juventibus |

Quando Beppe Marotta parla di “bugie bianche” al termine della sua intervista sul Corriere della Sera, dice la verità. O, meglio fornisce una chiave di lettura (la sua) con cui interpretare le dichiarazioni rilasciate, più o meno di facciata. Ed ecco perché, in esclusiva per i lettori di Juventibus, abbiamo riletto i passaggi salienti di detta intervista, riviste secondo mla logica del “quello che ha detto/quello che realmente avrebbe voluto dire”.

«Ho detto no ma è chiaramente un si. Noi sul giocatore ci siamo, eccome. E poi non avevo già detto che la storia della Juve è anche la storia dei portieri della Nazionale?»

«Su Verratti non sto bluffando. Noi come Juve ci sentiamo fuori dalla corsa al giocatore».

«Alex Sandro ha chiesto ufficialmente la cessione, dal suo punto di vista si sente già un ex. Se Leo abbiamo deciso di far scendere un tetro ma saggio silenzio, dopo che lui ha parlato con i rappresentati di Chelsea e City. L’offerta ufficiale al momento non c’è, il giocatore è in una fase cruciale delle sue scelte, in attesa che si sblocchi la situazione di Conte al Chelsea. Poi può succedere di tutto. Cessioni eccellenti, dal punto di vista tecnico più che di eventuali plusvalenze, potrebbero essere anche quelle di Cuadrado e Khedira mentre per Alves, intervista a parte, si stava addirittura pensando a un rinnovo fino al 2019».

«Tranquilli, è al sicuro».

«C’è ancora qualche speranza. Gli abbiamo fatto un’altra offerta in questi ultimi giorni (7 milioni, bonus compresi), è una pista che sto seguendo da 12 mesi. Intorno a me vedo tanto pessimismo, ma io ci credo. Serve un capolavoro, ci proverò».

«Manca poco. Non dico pochissimo, ma poco. Manca meno per Douglas Costa che per N’Zonzi. Ci sono tutte le autorizzazioni del Bayern a trattare e il Bayern sa che il giocatore l’accordo con la Juventus lo trova. Le cifre le avete scritte anche voi di Juventibus».

«Bugia Bianca, bianchissima. Ad un anno dalla scadenza del contratto su uno come Keita ci si muove. Si tratta del mio mestiere».

Bonus track – «Ah visto che siete voi, così bravi e rispettosi nel leggermi nel pensiero, vi lascio un jolly. Non avete osato chiedermi del sostituto di Alex Sandro e della situazione terzini. Beh, pare incredibile, ma la nostra nuova idea ha sette lettere».