Con o contro Mario Mandzukic?

di Davide Rovati |

Il mio passatempo preferito da quando scrivo per Juventibus è litigare con Sandro Scarpa. Oggetto del contendere, 99 volte su 100: Mario Mandzukic. La sua importanza per la Juventus, il valore assoluto, i paragoni con altri interpreti del ruolo.

Qualche giorno fa, partendo da una suggestione / provocazione, è partito l’ennesimo battibecco in chat. Su illuminato consiglio di Massimo Zampini, abbiamo deciso di pubblicare i nostri sproloqui. Magari qualche juventino si rivede nelle nostre posizioni…

 

DR

Ma come lo vedresti un Perisic al posto di Mandzukic nel 4231?

SS

Perisic alla Juve sarebbe devastante ma il Mandzukic nel 4231 visto da Gennaio a Maggio globalmente gli sarebbe stato superiore.

DR

Cioè quindi ora una punta sa fare l’esterno meglio di un esterno? Questa è proprio da migliore dei mondi possibili.

E comunque a me Perisic piace. Segna tanto ed è rapido, due caratteristiche che negli esterni ci mancano. Ha fatto più gol lui in un anno da esterno che Mandzukic in un anno da punta.

SS

Sì, ma con Mandzukic esterno parliamo di una delle svolte tattiche che ci hanno portato al miglior semestre Juve da 20 anni.

DR

Sandro, per me il discorso è semplice: Manzo è stato messo lì (fuori ruolo) perché senza Pogba mancava fisicità alla squadra nella zona nevralgica del campo, mancavano saltatori etc.

Bravo Allegri a capirlo, a convincerlo, tutti contenti e via. Ma se tu vai a ovviare a queste mancanze inserendo, che ne so, dei mediani che hanno lo stesso impatto fisico di Mandzukic, ti trovo 50 esterni in grado di fare meglio quel ruolo.

SS

Non è solo impatto fisico, è anche intelligenza tattica, motore, generosità e duelli aerei offensivi/difensivi.

Comprendo il fatto che MM a volte sembra più plateale che utile, ma ti invito a considerare quante decine di volte in una gara ci salva un gol o da un’azione pericolosa sul nascere. Col Barça (anche in altre, ma prendo il Barça come paradigma di squadra che ti punisce alla prima distrazione) MM interviene in non possesso almeno 7-8 volte in modo determinante, in fascia alta, bassa, al centro, davanti alla difesa, davanti alla porta. Tutte cose che un Perisic, ma anche lo stesso Cuadrado non riescono a fare, MAI.

MM, al massimo della sua espressione, non solo ti salvava da pericoli (e contro il Barça 2 pericoli sventati = 1 subito in meno 2 gol fatti) ma con la sua fisicità era fondamentale sia per il lancio lungo (visto che non abbiamo scattisti in transizione), sia per il consolidamento del possesso e in parte (ma troppo poco per me… su quello concordo) nel cercare  Dybala.

Nei 180 minuti col Barça MM fa 7-8 gesti difensivi che nessun altro esterno alto avrebbe fatto: salva dall’impaccio Alex Sandro e Chiellini, supporta Khedira e Pjanic. Quello che perdi in possesso e assist (rispetto ad un Perisic) lo guadagni in non possesso, a parte il fatto che Mandzu un assist contro il Barca e un gol in semifinale e finale li ha fatti.

Nessun esterno bullizza Rakitic, stronca le iniziative di Sergi Roberto e va sempre in raddoppio su Messi.

Non mi esalto per il gesto plateale – le scivolate da guerriero, le parate al posto di Buffon – bado al fatto che spegne sul nascere situazioni intricate quando altri esterni (tipo Perisic) stanno 20 metri avanti con le dita nel naso a cazzeggiare.

Poi è intelligente, sa che deve andare a rompere le scatole o tenere il pallone in attesa di un fallo o di un compagno che scatta, sa che la palla sta andando in una zona pericolosa dove il terzino nostro si è attardato o il centrale è in ritardo.

MM sa cosa fare e lo fa con le sue armi e ha una generosità tale che aiuta ogni compagno in non possesso in modo (questo sì) unico.

Avere lui i primi 60′ in non possesso vuol dire giocare col 555 e quando è fresco non ti sbaglia nemmeno passaggi e stop (anzi! tecnicamente fa le cose fatte bene).

In una gara come Juve-Barça, MM è UNICO, perché ti fa terzino, mediano, ala, punta-boa aggiunta per i rilanci del portiere e, nel caso, anche centrale difensivo aggiunto sui corner e comunque un assist dentro per Dybala lo mette. Quel po’ che perdi in attacco, te lo ridà al 300% in tutte le altre zone del campo.

DR

Sì, che sappia stare in campo non ci sono dubbi. Quello che non capisco è perché si magnifichi il suo apporto a fronte, ad esempio, di quello – molto meno celebrato – di Alex Sandro, che ha una continuità superiore nei 90 minuti, molta più qualità e la stessa identica fisicità. Cioè: se Mandzukic è un idolo, Alex Sandro cos’è? Un alieno? (forse sì, NdR)

SS

Qui il discorso è: a parità degli altri 10 in campo, incluso un fenomeno come Sandro, quanti giocatori al mondo ci avrebbero dato di più (dietro, avanti, in campo, come esempio e fattore decisivo) di MM in quel ruolo?

Pochi esterni puri di alto livello avrebbero fatto molto meglio di Mandzukic (con doti diverse) ma già se scendi sotto i top 5-6 ci sono pro e contro. Il capolavoro Juve è stato quello della tenuta difensiva, nonostante le 4 punte, due terzini come Alves e Sandro e Pjanic in regia. Mandzukic in questo è stato un fattore decisivo.

Se ci metti Lemar lì (ottimo) globalmente ti dà meno di MM 2017, perché è più associativo, fa più assist e gol, ma difende un decimo di MM, tiene la palla quando serve tenerla molto meno e di testa su rilancio o corner non ne prende mezza.

DR

Ritengo che il contributo difensivo di Mandzukic sia abbastanza sopravvalutato. Quantitativamente è analogo a quello di Cuadrado, solo con compiti diversi.

Ad esempio non so se hai notato che Allegri chiedeva molte più letture a Cuadrado che a Manzo. Al 17 era richiesto di difendere largo in fascia, quasi da quinto, a supporto individuale di Sandro, a Cuadrado invece è sempre stato richiesto un lavoro più sofisticato, di posizione e attenzione, soprattutto nelle partite delicate (tipo contro il Barça); lavoro che il colombiano ha eseguito con una sincronia di movimenti eccezionali insieme a Pjanic.

Tu magari guardi di più i duelli aerei o le rincorse di Manzo in fase difensiva, a me piace di più guardare il lavoro di posizione di Pjanic-Cuadrado, sono gusti… Fatto sta che entrambi gli esterni hanno avuto un ruolo nell’equilibrare la squadra.

Ti dirò di più: se parliamo di applicazione tattica nessun esterno nella nostra rosa ha difettato, nemmeno Pjaca le poche volte in cui ha giocato in quella posizione e nemmeno Lemina quando ha dovuto sostituire Cuadrado. A Torino è così, altrimenti non vedi il campo.

Se poi mi dici che la differenza di Mandzukic è la capacità di fare questo lavoro senza soste per quattro mesi senza saltare una partita posso anche essere d’accordo, ma ti invito come sempre a guardare fuori dall’orticello perché MM non è l’unico giocatore al mondo dotato di un “motore” fuori dal comune.

Riguardo al contributo con la palla: alcuni punti che hai descritto, qui e sopra, come sintomi di intelligenza tattica, es. temporeggiare, tenere la palla, mi sembrano molto relativi, e molto contestualizzati nel calcio di Allegri (che vuole halma e apprezza chi sa abbassare i ritmi).

Un esterno che, a differenza di Mandzukic, affonda il colpo quando vede l’avversario sbilanciato e fa un passaggio verticale in più e un passaggio orizzontale in meno non è meno intelligente, anzi in un calcio diverso può anche essere più efficace.

SS

Un Tadic o un Lemar (per citare esterni forti ma non top player) premiano una sovrapposizione, ma non si fanno il culo su Messi. Forse giocavi meglio, ma non eri globalmente così solido.

Diverso è se mi dici: Douglas Costa o Neymar o Bale, ovvio! Per questo dico: 5/6 esterni top li preferisco al Mandzukic visto in quei mesi, non certo 50/60.

Ti faccio un esempio: Draxler (che reputo comunque tra i primi 10) ti fa magari 2 assist a Dybala col Barca (non 1 come Mandzukic) e ti fa salire la squadra il doppio di Mandzukic con palla a terra (ma zero con palla in aria), ma Sergi Roberto, Rakitic e Messi con Draxler passeggiano indisturbati, si è visto al Camp Nou.

DR

Però se metti Draxler non giochi a quel modo, e idem se metti Lucas o Douglas Costa. D’altronde la Juve giocava palla alta su Mandzukic perché c’era Mandzukic, non è che la Juve giochi palla alta a prescindere. I giocatori determinano il contesto.

SS⁠⁠

Ok Davide ma – come SEMPRE – vedi solo la fase di possesso, che è solo il 50% del calcio (per ricordarlo). Dai palla alta perché c’è lui e non Draxler, quando HAI la palla (50% del tempo), ma poi Mandzu si fa il culo in 70 metri di campo mentre Draxler dorme quando NON hai la palla (altro 50% del tempo)!

DR

L’applicazione tattica a Torino la imparano tutti, te l’ho detto. E poi vedo solo la fase di possesso perché in fase di non possesso la Juve è già la squadra più efficace al mondo!

SS

Sì, ma hai difeso alla grande con 2 esterni di spinta, Pjanic e 4 punte grazie a Mandzukic. Se metti un altro esterno offensivo devi riequilibrare il 4231.