Lotito e la gara secca senza senso

di Roberto Nizzotti |

Che la Lazio scalpiti per ricominciare la stagione è cosa risaputa, soprattutto grazie ai molteplici interventi di Diaconale e Lotito in merito alla ripresa degli allenamenti e alle modalità di ripresa della stagione.

Ora, in un’intervista riportata da La Repubblica, il Presidente laziale prima sposta il focus (“Che il calcio debba riprende lo dico contro me stesso, sono già qualificato in Champions ed evito 4 mesi di stipendio, ma il calcio è un’industria con un indotto e un monte di contribuzione fiscale fondamentale per lo Stato”) e poi, a seguito di una domanda ficcante su “play-off” o gara secca contro la Juve per l’assegnazione dello Scudetto, risponde: “Sì, accetterei la sfida secca, anche se per ora il problema non si è posto”.

A parte il fatto che considerare l’Inter fuori dai giochi non è sportivamente corretto e la UEFA avrebbe da dire su una soluzione “italiana” per l’assegnazione dello Scudetto, forse a Lotito la gara secca può intrigare per il fatto che delle ultime 3 finali Juve-Lazio ( due di Supercoppa Italiana e una di Coppa Italia) ben due sono state vinte dagli aquilotti, oltre allo scontro diretto nel girone d’andata. La recente casistica fa venire l’acquolina in bocca alla dirigenza laziale che immagina concretamente il 3^ scudetto della storia, risparmiandosi ben 12 giornate e il rischio di giocare una mini stagione con un rendimento inferiore a quello mostrato fino allo stop.

A onor del vero Lotito risponde ovviamente che preferirebbe una gara secca ad un play-off allargato a squadre molto distanti in classifica e va anche detto che, se proprio i precedenti possono fare testo, nell’ultimo decennio di finali contro la Lazio, la Juve né ha giocate 10 e vinte 6.

Se si porterà a termine il campionato -auspicio condiviso da tutti ma al netto delle massime garanzie di sicurezza-. il campionato sarà già, di fatto, falsato per le alterate condizioni psico-fisiche di tutti i club. Per dare un senso quindi ad un’eventuale finale di stagione, sarebbe fondamentale cercare di giocare tutte le 12 giornate residue o la maggior parte di esse, ed evitare scorciatoie, play-off o gare secche, che di sportivo e sensato avrebbero ben poco.