Lo stato dell’arte sulla questione terzini

di Giacomo Nannetti |

È praticamente impossibile non aver sentito almeno un tifoso bianconero lamentarsi per la questione della mancanza di alternative dei terzini. In estate le corsie basse in casa Juve hanno subìto uno stravolgimento rispetto alla scorsa stagione. Spinazzola e Cancelo hanno lasciato Torino, mentre Luca Pellegrini è soltanto transitato in estate alla Continassa per essere poi girato in prestito al Cagliari. È sbarcato invece alla corte di Sarri l’ex Manchester City Danilo, arrivato come pedina di scambio nell’affare Cancelo. Affare che, ancora ad oggi, agli occhi di molti, sembra incomprensibile dal punto di vista tecnico. Nonostante i tanti movimenti di mercato, sono rimasti alla base sia Alex Sandro che Mattia De Sciglio. Ad inizio stagione così la batteria dei nostri terzini era composta da Danilo e De Sciglio, entrambi destri ma con possibilità di giocare anche sull’altra corsia, e da Alex Sandro, proprietario principe della fascia sinistra. A questi poi però va aggiunto il jolly Cuadrado, provato già in passato più e più volte in questo ruolo, ma poi mai diventato prima scelta in quella casella per Max Allegri.

Ecco, proprio con Sarri, Cuadrado dovrà compiere quell’evoluzione che lo porterà ad essere il quarto terzino in rosa, e non più soltanto una ruota di scorta. Va però aggiunto che una quinta alternativa, soprattutto se mancina, non sarebbe stata assolutamente da scartare. Complici gli infortuni di questo avvio di stagione, con De Sciglio out sin dall’inizio di settembre e Danilo costretto allo stop alla fine dello stesso mese, il colombiano si è dovuto adattare in fretta alla nuova collocazione tattica. “Cuadrado? Sta facendo le cose nei tempi e nei modi giusti, deve solo migliorare nella fase difensiva globale ed individuale, lavorando con Barzagli migliorerà“, così Sarri aveva parlato soddisfatto del classe ’88 dopo Juventus-Bayer. Oltre al tecnico, anche la società ha apprezzato l’impegno e la crescita del sud-americano, tanto da proporgli un prolungamento di contratto.

Danilo e De Sciglio sono sulla via del rientro, ma la corsia destra non sembra più essere così scoperta e quella sinistra invece non è mai stata in discussione. Dopo mesi di scelte obbligate adesso c’è più abbondanza e bisognerà capire quindi chi saranno i favoriti per Sarri. Di partite ce ne saranno tantissime è vero, lo spazio ci sarà per tutti, ma adesso nuove gerarchie, rispetto a quelle di inizio stagione, sembrano delinearsi. Alex Sandro è indubbiamente un titolare inamovibile, soprattutto quest’anno che sembra aver dimostrato una solidità fuori dal comune, e lo stesso Cuadrado, in grande crescita, non ne vuole sapere di lasciare il proprio posto. Al momento quindi i titolari sono loro. In futuro si spera che siano ancora i due sudamericani ad occupare quegli slot, soprattutto perché a nostro avviso De Sciglio e Danilo potrebbero non risultare all’altezza di alcune gare. E per voi? Quale sarebbe il miglio tandem possibile?


JUVENTIBUS LIVE