Lettera aperta a Ronaldo, quello dell’Inter

di Riceviamo e Pubblichiamo |

di Luca Ottino

Gentile Luis Nazario da Lima, detto Ronaldo, due giorni fa si è espresso in questo modo in riferimento al suo periodo in maglia interista:

“Il club non ha subito una cospirazione. Quella l’ho subita io ai tempi dell’Inter, ed è stata smantellata. Adesso non è più così, speriamo che alcune delle prossime decisioni prese in campo siano a nostro favore”.

Ora mi chiedevo: forse si riferisce ai 5 anni in cui ha militato nell’Inter, quando si  classificò,  rispettivamente:

1998: Seconda (furto di Iuliano, che scandalo!) a 5 punti dalla vetta (74 Juventus, 69 Inter; Coppa Italia alla Lazio (che eliminò la Juventus nei quarti di finale);

1999Ottava (Scudetto al Milan, Coppa Italia Parma), a 24 punti dalla vetta (70 Milan, 46 Inter);

2000: Quarta (Scudetto e Coppa Italia alla Lazio, che eliminò la Juve ai quarti e le soffiò lo Scudetto a Perugia), a 14 punti dalla vetta (72 Lazio, 58 Inter);

2001: Quinta (Scudetto alla Roma che tenne a distanza la Juve grazie a Nakata e Coppa Italia Fiorentina), a 24 punti dalla vetta (75 Roma, 51 Inter);

2002: Terza (Scudetto alla Juventus, 2.a Roma…a 1 solo punto di distanza e con scontri diretti favorevoli; Coppa Italia Parma in finale sulla Juventus), a 2 punti dalla vetta (72 Juventus, 70 Inter), nonostante fosse in vantaggio prima dell’ultima gara, Lazio-Inter, il 5 Maggio…;

Ora quindi esisteva una cospirazione per far vincere TUTTE tranne loro? Mi faccia capire bene, signor Ronaldo. A scanso di equivoci, abbia la cortesia di rispondere alle seguenti, legittime, domande (particolare attenzione, per cortesia, al punto 5):

1) la “cospirazione” di cui parla, era atta a distribuire trofei tra 6 società diverse mentre la sua Inter si classificava a 14, 20 (se non più) punti dalla vetta?
2) la “cospirazione” di cui parla, era atta a screditare a tal punto la sua Inter anche in Champions League, tanto da farla eliminare dall’Helsingborg nei preliminari? (Potenzialmente, in effetti, è possibile che il “sistema” temesse il trionfo nerazzurro in Champions League, vista la vittoria in Coppa UEFA del 1998…allora i “Poteri Forti” hanno pensato bene di buttare fuori la pericolosa compagine del Biscione prima ancora dell’inizio dei gironi)
3) la “cospirazione” di cui parla, era attiva anche nei confronti del Vicenza (che vinse la Coppa Italia nel 1997, un periodo adiacente al suo quinquennio nerazzurro, in cui il “Sistema” era volto a tenere l’Inter
fuori da qualsivoglia Albo d’Oro)?
4) la “cospirazione” di cui parla, era presente anche nello 0-6 che la sua Inter subì nel derby dell’11/05/2001?
5) la “cospirazione” di cui parla, che ha distribuito equamente e con equilibrio trofei a 7 squadre diverse in 6 anni TRANNE che all’Inter, cosa prevedeva di preciso? Far vincere la Juventus? Qualora la pensasse in questo modo, la invito a rileggere con attenzione quanto scritto in precedenza, prima di rispondere a queste domande. La Juventus, nel periodo in questione, ha perso MOLTO più di quello che ha vinto…compresa la Supercoppa Italiana 1998, persa addirittura in casa propria, al Delle
Alpi contro la Lazio per 1-2. Ulteriore sconfitta…ulteriore trofeo perso per i bianconeri…il “sistema” sembrerebbe funzionare davvero male!

6) a proposito di Juventus, la “cospirazione” di cui parla prevedeva anche l’espulsione di 2 bianconeri nella partita Juventus-Inter del 25/10/1998 (che l’Inter riuscì nella difficile impresa di perdere in 11 contro 9)?
7) fu a causa di questo clima “cospiratorio” che decise di lasciare l’Inter, dopo tutto ciò che la società nerazzurra ed il Presidente Moratti in prima persona avevano fatto per lei negli anni degli infortuni?
8) lo stesso Presidente Moratti che, siccome la Juventus vince a causa delle “cospirazioni” e non perché lo meritasse sul campo, ha voluto all’Inter: Lippi (allenatore Juventus), Peruzzi (capitano Juventus), Jugovic (perno del centrocampo Juventus campione d’Europa 1996), Davids (simbolo e bandiera Juventus per 7 stagioni), Paulo Sousa (insieme a Jugovic perno della Juventus 1996), Vieira (tassello fondamentale del centrocampo dei record di Capello), Ibrahimovic (c’è bisogno di presentazioni?)…oltre all’offerta di contratti a dir poco faraonici a Luciano Moggi (Direttore Generale Juventus), Pavel Nedved (Pallone d’Oro con i bianconeri e bandiera a tal punto da ricoprire oggi il ruolo di vice-presidente), Mauro Camoranesi (ala della Juventus e della Nazionale campione del Mondo 2006, simbolo della Juventus, 8 stagioni nei bianconeri anche in serie B)…ma naturalmente, la Juventus vinceva per “cospirazione”, non per altro.

9) una volta lasciato il corrotto sistema italiano, approdò al Real Madrid con il chiaro obiettivo di vincere la Champions League con quella che era definita la squadra dei “Galacticos” (che veniva da 3 trionfi in 5 anni, 98-00-02). Ma il suo sogno venne interrotto non 1, ma addirittura 2 volte dalla Juventus: la prima nel 2003 in semifinale, la seconda nel 2005 negli ottavi, entrambe le volte venne eliminato dopo aver vinto la gara d’andata.

Forse anche per questo motivo la Juventus rappresenta per lei una sorta di “ossessione”, e sotto questo punto di vista devo ammettere che la capisco in pieno, mi creda. Grazie per la sua cortese attenzione ed al tempo che vorrà, eventualmente, dedicarmi.
A presto!