L’Eletto è tornato

di Alexander Supertramp |

Finalmente è arrivato Paulo!

Juve Bologna segna finalmente il ritorno della JOYA ai suoi veri livelli. Un Dybala che ha cucito il gioco per 90 minuti in maniera sublime, trovando pure il gol e duettando con chiunque sul rettangolo verde. Cambi di gioco, azioni personali, dribbling, da destra, da sinistra, pure dei recuperi difensivi che hanno strappato applausi allo Stadium. Una prestazione a tutto tondo.

Ora resta solo da aspettare che anche l’alieno (Cristiano) arrivi a pieno regime, metterci insieme pure un Douglas Costa o un Bernardeschi, e gli orizzonti di questa squadra saranno pressoché imperscrutabili.

Una Juventus che per circa un’ora ha palleggiato in maniera sublime, stile Barcellona, con livello qualitativo altissimo. Complici probabilmente su questo la difesa ed il centrocampo a tre, che ci portava sempre una soluzione, centrale o esterna in più. Ma sicuro ci voleva anche il pennello e le idee giuste per mettere tale quadro, visto per 70 minuti, in pratica. Questa formula ha però tolto probabilmente anche delle opportunità a Ronaldo. Viste le poche verticalizzazioni e la scarsa presenza in area di rigore, con cui poter dialogare e trovare spazi e libertà.

Cancelo continua senza il minimo tentennamento nel suo strepitoso inizio di stagione. Il portoghese da sensazioni di sicurezza e padronanza a tutto campo. Dalle uscite dalla difesa, alla rifinitura sulla trequarti ed in area di rigore. Un giocatore davvero speciale.

Gli unici dubbi portati da questa partita, per quanto mi riguarda, sono gli stessi ed unici delle partite precedenti. Emre Can. Il tedesco mi pare ancora un po’ ruvido, un po’ troppo a testa bassa e portatore di palla. Non a caso con il suo ingresso la squadra perde quella fluidità e quella qualità che aveva fino ad allora mostrato. L’ex Liverpool comunque deve sicuramente ancora trovare la sua forma fisica migliore, oltre ad un normale periodo di adattamento ad un calcio molto diverso da quello conosciuto finora. Su di lui però al momento ricadono le uniche mie piccole perplessità di questo avvio di stagione.

Ci sarà da trovare poi il ruolo perfetto a Dybala, per riuscire a sfruttare davvero al massimo tutto il nostro potenziale. Per quanto mi riguarda spero di rivedere Paulo prima o poi, da attaccante vero, in coppia pura con Ronaldo. Con il portoghese a giocargli quasi intorno ed a partire lui da un filo più lontano. Qui però il discorso si fa complesso, e lo rimandiamo alle prossime settimane ed ai prossimi articoli. Per il momento godiamoci il grande ritorno della Joya ed una Juve meravigliosamente inarrestabile finora.