Lautaro e la differenza di trattamento in Gazzetta

di Sandro Scarpa |

Per i media “da anni la A non aveva un duello così incerto“. In una sfida così ogni dettaglio o episodio può essere decisivo. Per questo si presume che l’attenzione ad episodi arbitrali decisivi sia totale.

Ecco una prima della Gazzetta per un famoso errore in una sfida diretta di un altro duello:

“PARI AL VELENO”, “MENO PAROLE, MOVIOLA SUBITO” box con l’episodio discusso.

Segue “UN FANTASMA SULLO SCUDETTO”. Con accenni (ma quelli non sono fantasmi…) al pugno impunito di Mexes e al gol regolare annullato a Matri. Insomma “SCUDETTO FALSATO”.

Certo il gol di Muntari (e gli altri errori) è un episodio imparagonabile al fallo Lautaro-Toloi.

Anni dopo però, all’alba di un altro duello, ecco uno Juve-Roma (3-2) con episodi dubbi:

Ecco la RABBIA ROMA, con Rocchi sotto accusa e Totti al vetriolo.

Analizziamo solo l’imparziale Gazzetta, perché il CorSport appare molto meno “moderato” (“CAMPIONATO FALSATO!”). Eppure anche Gazzetta insiste: “MOVIOLA ANTIVIRUS!”

La Gazzetta sembra sensibile ad episodi clamorosi o anche solo dubbi nei big match. In realtà si appassiona anche a gare con squadre molto distanti in classifica, come in un Juventus-Inter (1-0):

Qui c’è la gioia, ma anche la “Furia Pioli su Rizzoli“. In Gazzetta il moviolista nega i rigori, ma è chiaro che la squadra che li reclama suscita in Gazzetta un certo interesse, viste le prime pagine seguenti:

Si continua (in primo piano) con lo sfogo di Moratti (semplice tifoso Inter…) e un Lo Bello carico:

Il terzo giorno la Gazzetta continua a martellare, allargando i SOSPETTI e le POLEMICHE:

La “Guerra delle Immagini” (?), e la chicca di Inter Channel!

Ricapitolando:

– Fantasmi sullo Scudetto, Partite al Veleno, Rabbia, Moviola AntiVirus, Furia sull’arbitro
– Sfogo, interviste, vetriolo, Guerra delle immagini

Tutte prime pagine, pagine intere, dossier a pagina 2-3-4-5-6.

Quando arriva il VAR, la Gazzetta si fa quindi interprete del sentimento popolare e gioisce: W il VAR!

I primi 2-3 rigori visti al VAR contro la Juve aumentano il consenso per il VAR e pazienza se ci sono comunque strafalcioni, qualcuno pro-Inter, a quelli ci pensa il solito “sguaiato” CorSport:

 

In Gazzetta invece l’euforia VAR regge saldissima: più VAR per tutti!

Eppure, al momento giusto, perfino in Gazzetta ci sono FURIA e RABBIA anche col VAR, e i momenti giusti -toh!- riguardano sempre le solite due squadre…

Riecco l’INTER INFEROCITA! Ecco “LE COSE CHE NON CAPISCO!”. E il giorno dopo si continua:

Sul campo la Juve ha vinto, il Napoli ha perso. Eppure “NON SI PLACANO LE POLEMICHE”, ed ecco spuntare Orsato tra BUFERA SOCIAL, IRA INTER, e PROCURA CHE SI MUOVE. Tutto questo per un presunto DOPPIO GIALLO a Pjanic!

Se CorSport spara a zero ogni domenica sul VAR (per Roma, Lazio, Napoli o Fiorentina), la Gazzetta tiene toni bassi anche l’anno successivo, nonostante errori clamorosi. Ma, al solito, anche in Gazzetta arriva sempre, prima o poi, il giorno della FURIA:

La FURIA MILAN travalica il VAR: “PIU’ RISPETTO, ARBITRO INADEGUATO!”.

Ci si aspetta quindi che in un torneo incerto, in una giornata “che assegna mezzo scudetto“, un “rigore e rosso EVIDENTI e CLAMOROSI” come quello di Lautaro su Toloi (secondo tutti i moviolisti), provochi in Gazzetta un putiferio indescrivibile e titoloni con Veleni, Rabbia, Furia e un implicito “Campionato falsato dal VAR”, come in un inutile Juve-Inter di anni fa.

Ecco l’immagine dell’intervento che fiocca sui social già la sera stessa.

 

Dai Gazzetta, FACCI SOGNARE! Vai con la foto gigante in prima pagina e RABBIA e FURIA! VAI!

 

Ma come…“INTER TI E’ HANDATA BENE“? Forse riferito al rigore e rosso scampati? Forse è un riferimento velato a quel “JUVE, NON COSI’!” (per un episodio dubbio in un torneo stravinto?)

No, niente di tutto questo. C’è l'”Atalanta che ne reclama un altro“, ma senza FURIA, senza RABBIA. Dove sono i VELENI? Dov’è la foto gigante e il maxi-poster?

Qualche giornalista di fede interista (…) tira fuori immagini sgranate con una presunta spinta di Zapata a Lautaro, ma di lì a poco ne escono altre chiare che scagionano Duvan: non c’è fallo su Lautaro.

Ci sarebbe da riprendere il tutto, un bel titolone “GUERRA DELLE IMMAGINI”, un’intervista all’imparziale Moratti che ammette “Rabbia contro Irrati” o un ex-arbitro al VETRIOLO, la foto di Irrati che fa capolino tra la BUFERA SOCIAL!

Dai Gazzetta, facci sognare!

E invece, ecco la prima pagina di oggi:

Eccolo lì, in alto, il trafiletto più piccolo della storia delle prime pagine Gazzetta!

Occorre la lente di ingrandimento per leggere: “Lautaro riaccende la bufera VAR”, in un font così piccolo che al confronto Eriksen, Young, Vidal, Giroud e Kessiè sono cubitali. A stento si leggere che l’approfondimento per un errore ammesso anche da Gravina -errore gravissimo- è a pagina 16.

Avete capito bene, non 16 pagine, ma a pagina 16, tra il trotto e gli scacchi…