La strada verso il Settimo – Calendario ragionato 17/18

di Willy Signori |

Il sorteggio del calendario suscita sempre reazioni contrastanti:
Chi lo segue con interesse, chi senza, chi ferma un ragazzo col motorino e scappa urlando “siete delle merde!!!”.
Tutte reazioni sobrie, in ogni caso.

C’è poi l’adagio “tanto prima o poi bisogna affrontarle tutte quindi cambia poco”, che è di una banalità imbarazzante, come tutte le realtà semplici da capire: in effetti la successione delle partite in se per se influisce uno zero virgola sull’esito finale perché prima una o poi l’altra cambia veramente poco.
Sarà la stagione con le sue lune, con gli impegni europei, con i periodi di grazia o di magra dei protagonisti o gli infortuni a spiegarci se il sorteggio è stato fortunato o avverso. Ma questo lo potremo capire solo durante il campionato 2017/18 che comincerà tra meno di un mese.

Ecco quindi cosa è stato deciso negli studi Sky di Rogoredo per la Juventus:

 


Prime impressioni: calendario concentrato, denso, tosto in alcuni momenti.
Si parte morbidi, il 20 agosto col Cagliari allo (ex) Juventus Stadium e fino alla quarta giornata gli incontri sono abbordabili (con la sola insidia rossoblu a Genova alla seconda giornata).
Primo strappo dalla quinta alla ottava con Fiorentina, Torino (in mezzo a queste due partite la seconda giornata del girone di CL) Atalanta e Lazio: all’andata l’unica trasferta di queste 3 sarà quella bergamasca, di contro al ritorno ci aspetta la doppietta viola/granata che storicamente sappiamo non essere mai partite scontate (e che per di più la Juve giocherà a cavallo dell’andata, si spera, degli ottavi di Champions)
Il 29 ottobre a San Siro la sfida col nuovo Milan cinese: 11°a giornata di campionato, 2/3 giorni prima della giornata 4 del girone di CL.
Ritorno previsto a Torino per il 31 marzo, 3 giorni prima dell’andata degli eventuali quarti di CL

Si chiude col botto con le ultime 5 giornate del girone di andata che vedono la Juve impegnata con: Napoli al San Paolo, Inter a Torino (in mezzo la sesta e ultima giornata del girone di CL, sarebbe molto importante arrivarci già qualificati e già primi), poi trasferta bolognese (quindi suggerisco di non portare dal carrozziere il pullman dopo la trasferta partenopea ma di aspettare direttamente il ritorno da quella emiliana… per risparmiare…) e infine natale con i tuoi, in casa, con la Roma di Di Francesco, il 23/12.
Si chiude l’anno solare e il girone di andata il 30/12 a Verona (quest’anno niente sosta natalizia, finalmente).

Meritano un approfondimento le ultime 5 di ritorno:
il 22 aprile 2018 giocheremo in casa la sfida col Napoli che potrebbe essere decisiva o quantomeno fondamentale, poi – come speriamo tutti – 3 giorni potremmo essere impegnati per l’andata delle semifinali di CL, e in seguito Milano per la sfida con l’Inter il 29/4 che a quel punto potrebbe essere fuori dai giochi ma anche no:
primo perché sebbene l’ambiente sia da ricovero socio/sanitario Spalletti è in gamba, secondo perché dal 17/18 i posti per entrare in Champions l’anno successivo saranno 4, lasciando più speranze a chi vorrà centrare l’unico bersaglio che davvero conta.
Roma Juventus ultimo scoglio stagionale sarà in programma il 13 maggio, per la terza volta in 5 anni affronteremo i giallorossi in una delle ultime 5 partite e potremmo anche stavolta scendere in campo a giochi già fatti (e qui parte automatico l’hashtag #gitaaroma…)

 

Conclusioni:
All’inizio citavamo l’adagio banale del “tanto bisogna affrontare tutte prima o poi”…
Verità incontrastabile ma mai quanto quest’anno il campionato sembra pestarsi i piedi con gli impegni europei: praticamente ogni match delicato viene prima o dopo una sfida oltre confine perciò mantenere l’equilibrio e dosare le energie sarà fondamentale anche perché immaginare la Juventus che molla il campionato in favore della Champions è utopia.
Sarà anche importante partire bene e provare a prendere un certo vantaggio quanto prima: le sfidanti sono molte e agguerrite e questo potrebbe rivelarsi un bene perché c’è la concreta possibilità che si tolgano punti a vicenda.

La strada verso il settimo è tracciata, il calendario pronto: da adesso in poi tocca solo ad Allegri e i suoi mettere gli 1, le X e i 2 al posto giusto.

 

 

PS. Per i calendari completi:

Serie A

Champions League