La Spezia – Juventus 1-4: il Re è tornato sul trono!

di Valerio Vitali |

La Spezia – Juventus 1-4 fa emergere ancora una volta l’importanza di Cristiano Ronaldo. E’ vero, ragionamento ovvio, ma la sua sola presenza pare aver scosso una squadra che fino a prima del suo ingresso è stata sì perspicace, ma poco convinta. Due volte a tu per tu con il portiere ligure prima con Dybala e poi con Chiesa e svariate occasioni. Create e concesse. Tutto questo in quei primi 55 minuti che sono sembrati un passo indietro rispetto all’Hellas Verona.

L’unica differenza tra quelle due palle-gol e quella dell’1-2 di Cristiano è stata proprio la freddezza di quest’ultimo. Ottima l’intesa anche con Morata. I due si sono cercati, trovati e hanno capitalizzato al meglio quelle verticalizzazioni tanto bramate nel calcio di Pirlo.

Cio’ che pero’ non deve distrarre è il risultato finale di La Spezia – Juventus. Ok l’1-4 ma di errori se ne sono visti tanti, forse troppi. Tante disattenzioni e poco filtro in mezzo al campo nel “4-3-3 mascherato” di oggi della compagine bianconera. Soliti problemi di compattezza e di linee (quella mediana e quella difensiva) troppo lontane tra loro. La parola d’ordine sulla quale lavorare resta dunque la stessa: equilibrio.

Un equilibrio che passerà molto dai rientri di de Ligt e Chiellini ma anche dall’atteggiamento di questa giovane squadra. Una continua evoluzione che forse nella mente del mister è già più avanguardista rispetto a quella che si dovrebbe vedere in questa specifica parte della stagione. Ma con il re sul trono è tutto più facile, alla faccia del Covid e dei cattivi spettri che aleggiavano oggi pomeriggio in stile “Halloween”.