La moviola di Inter-Juventus

di Toccoditacco |

Pareggio pirotecnico e spettacolare quello di San Siro tra le prime della classe in un Meazza da tutto esaurito.
Questo il primo verdetto della stagione con il campionato che va ora in pausa per lasciare spazio alla Nazionale: le due squadre battaglieranno punto a punto fino al termine della stagione.
Della partita ricorderemo le giocate spettacolari, il grande agonismo profuso e le reti che abbiamo ancora negli occhi (oltre alla inconsueta corografia TRIPLETE 2010 che ci ha colto di sorpresa), mentre come spesso capita alcune decisioni arbitrali hanno acceso gli animi in campo e sugli spalti.
Tutto sommato però siamo certi che nessun episodio discusso verrà ricordato nel corso del campionato ed il rendimento della terna arbitrale si può dire sia risultato ampiamente sopra la sufficienza.

Ma vediamo nel dettaglio la moviola di questo Inter-Juventus.

5′ minuto – Pronti via e l’Inter reclama subito un calcio di rigore.
Lukaku entra in velocità in area e si scontra con DeLigt.L’arbitro lascia proseguire.
Timide proteste nerazzurre in campo mentre l’allenatore interista accetta serenamente il verdetto restando impassibile nella sua area tecnica. Grande Fair Play sul terreno di gioco.
La decisione appare corretta, dal momento che negli ultimi 20 anni (dal 1998 a oggi, più o meno) contatti di questo tipo non sono mai stati sanzionati con il penalty.
Episodio quindi destinato a sgonfiarsi sul nascere e che sicuramente non lascerà nessuno strascico futuro.

18′ minuto – Lancio sulla trequarti per Politano che vedendo Szczesny uscire in maniera spericolata fuori area tenta un disperato pallonetto.
La palla carambola sul portiere e termina fuori.
L’Inter chiede a gran voce l’espulsione per il numero uno Polacco pensando ad un tocco con il braccio ma il consulto al Var chiarisce come la palla sbatta invece sul volto del portiere e non ci sia minimamente fallo.
Le immagini al Var dunque sventano quella che poteva essere una grande ingiustizia per i bianconeri.

39′ minuto – La Juve trova il gol con azione combinata sull’asse Cristiano Ronaldo-Higuain. Filtrante del portoghese per il centravanti argentino che entra in area e scarica il pallone alle spalle di Handanovic.
Azione che non lascia alcun dubbio nonostante le proteste nerazzurre (manco ci giocassimo, che so, una Supercoppa Italiana): il numero 21 argentino è si in fuorigioco attivo ma viene tenuto ampiamente in gioco da De Vrij come si evince chiaramente dal fermo immagine.
Gol regolarissimo.

66′ minuto – Espulsione di Skriniar, sacrosanta. Il difensore entra in maniera scomposta e pericolosa su Cristiano Ronaldo falciandolo. Rosso diretto.
Decisione corretta, pur riconoscendo al difensore di essere un giocatore sempre corretto e pulito negli interventi ed apprezzato e rispettato in tutti gli stadi d’Italia.
Capita, siamo sicuri che ai prossimi mondiali saprà riscattarsi.

74′ minuto – Calcio di rigore per la Juventus. Scontro Khedira-Handanovic dopo il tentativo in pallonetto del tedesco e l’atterramento da parte del portiere in uscita.
Episodio lampante, decisione corretta.
Anche questa volta nessun appunto alla terna arbitrale.

91′ minuto – Nel tentativo disperato di raggiungere la vittoria e mantenersi a punteggio pieno in vetta alla classifica l’Inter si riversa in attacco sull’ultimo corner con tutti gli 11 effettivi, compreso Handanovic.
Ed è proprio il portierone pararigori nerazzurro l’ultimo a toccare in mischia facendo carambolare la palla in rete.
L’arbitro annulla però giustamente la segnatura dopo aver rivisto le immagini al Var. Il portiere bianconero viene travolto infatti da almeno 3 nerazzurri e rimane sotto la montagna umana mentre la palla finisce dentro.
Decisione corretta ad evitare una ingiusta beffa finale.


JUVENTIBUS LIVE