La memoria selettiva di Auriemma

di Maurizio Romeo |

Suscita quasi tenerezza l’uscita di Raffaele Auriemma, telecronista tifoso del Napoli su Mediaset Premium, che dopo la designazione si lamenta per la presenza del secondo assistente Di Liberatore reo, a suo dire, di non aver segnalato una posizione irregolare di Caceres in occasione di uno dei gol bianconeri nella vittoria per 3-1 al San Paolo della scorsa stagione.

Ca8HG03WwAAWft5

Posizione millimetrica in un ingrandimento televisivo…
maxresdefault

…con Maggio che addirittura forse tiene in gioco il centrale bianconero come potrebbe sembrare da un’altra immagine…

20150113161422_68-1-golcaceres

La memoria si sa però può fare brutti scherzi… perchè al giornalista partenopeo sfugge un altro episodi importante che per correttezza avrebbe dovuto menzionare, ovvero l’errore commesso nella stagione precedente dall’altro assistente designato per la partita di sabato, ovvero il sig. Tonolini che non evidenziò ad Orsato, arbitro del match, un fuorigioco di Callejon misurabile in circa 30 cm.

callejon

Nessuna polemica, personalmente so che non erano in malafede né Di Liberatore né tantomeno Tonolini. In entrambi i casi si tratta di decisioni al limite, difficilissime da prendere in una ffrazione di secondo e nel dubbio ci sta di non alzare la bandierina, come raccomandato oltretutto dalle direttive FIFA.

Tirare fuori certi episodi e dimenticarne altri più che altro mina solo la credibilità di chi lo fa.