La Juve e Paratici (di nuovo) alla difficile prova delle cessioni

di Guido Tolomei |

Agosto è ripartito e con esso il viavai di notizie e di suggestioni, di affari fatti, di affari saltati e di fantacalcio. Nella fattispecie stiamo assistendo al valzer degli attaccanti, abbiamo già accolto il primo colpo McKennie e dato il bentornato a tutti i prestiti in giro per l’ Italia, ma tolti gli addii di Matuidi e Pjanic, ancora nessun colpo in uscita. E se è vero che il mercato si programma anche (soprattutto!) con la cassa fatta in uscita, prendiamoci una pausa sui sogni di colpi gloriosi in entrata e proviamo a fare il punto su quelli in uscita.

Tra i 4 portieri (di livello!) che abbiamo, Perin è in uscita, direzione Bergamo, causa situazione fisica di Gollini, Percassi vuole un’ alternativa di livello assoluto al suo n.1. Al momento però, nessun segnale definitivo.

In difesa, assodato che lo scambio Rugani-Bellerin fosse solo una suggestione sopracitata, sta prendendo corpo la cessione di Romero. L’ex rossoblu, infatti, pare non avrà l’occasione di giocarsi le sue carte per ritagliarsi un posto nella rosa della Juve attuale, Roma e Atalanta le principali pretendenti con al momento la seconda in vantaggio sulla prima, ancora alle prese col nodo Smalling. Con quello che si dice essere stato un “no” di Bonucci a Guardiola (??), stando così le cose, il reparto dei centrali si ripresenterà uguale all’ anno passato, con un Demiral in più e un Chellini in…?

Terzini, è il vero enorme punto di domanda in casa Juve. L’unico certo del posto mi risulta essere Cuadrado, anche per la sua duttilità nelle varie zone del campo. E’ rientrato Pellegrini, non si sa se per restare. Sandro non all’altezza ormai da tempo ha ancora mercato, De Sciglio, duttilità e abnegazione ma martoriato dagli infortuni, ha anch’esso mercato, diverso il discorso per Danilo che è totalmente sparito apparentemente dai radar di discussioni e trattative. Al momento, su nessuno di questi, pare esserci un discorso avviato.

A centrocampo, Pirlo vuole avere un quadro il più dettagliato possibile su Khedira, il Mister infatti ha molta stima del centrocampista tedesco, che vede per caratteristiche un interprete perfetto del suo centrocampo. Prima di privarsene vuole essere sicuro al 100% delle sue condizioni fisiche, ecco perchè Sami, al momento, rimane “pending”. Discorso simile vale per Ramsey, difficilmente Pirlo farà partire senza colpo ferire giocatori coi piedi buoni, visione e tempi di gioco, andando avanti con gli allenamenti avremo il quadro più chiaro. Al momento, anche per questi due giocatori, nessuna trattativa ufficiale.

Arriviamo al parco attaccanti, dove il Maestro si è espresso chiaramente su Higuain, che partirà. Dybala e Cristiano al centro dell’attacco, Bernardeschi è stato offerto a più squadre, ma il ragazzo ha una considerazione di sè altissima e non ha nessuna intenzione di essere trattato come uno qualsiasi, al momento Napoli e Roma sono le due squadre che si sono dimostrate più interessate, ma se la Roma sta vivendo un momento delicato con la nuova proprietà e situazioni spinose legate alla permanenza dei suoi gioielli, dall’altra parte trattare con ADL non è mai facile, né per la società, né per il giocatore che, tra le altre cose, è rappresentato a livello di immagine dall’agenzia di Jay-Z. Vi potete immaginare una tavola rotonda? Non escludo intromissione di una terza parte che faccia saltare il banco! D. Costa, tutti pensiamo sia in vendita, tutti abbiamo sbuffato e borbottato ma al momento, anche per lui, non ci sono segnali se non un “benvenuto in famiglia” sui social al connazionale Arthur.

Insomma, il lavoro da fare è ancora tantissimo e personalmente inizio ad avere più l’orecchio e la speranza per gran colpi in uscita rispetto a suggestivi colpi in entrata, perché una cosa è chiara: il lavoro di Paratici dell’anno scorso è stato un gioco a perdere e la Juve non può e non deve permetterselo per due anni di fila.


JUVENTIBUS LIVE