La Juve al Cinema, battuta solo da Checco Zalone

di Sandro Scarpa |

Primi. Primissimi, anche al Cinema.

Bianconeri Juventus Story è il film “evento speciale” primo per incassi nella stagione 2016.

Nei 3 giorni di programmazione (10-11-12 ottobre) il film sulla storia juventina ha incassato al cinema ca. 944.000€ con 93.500 presenze. Il risultato è eccezionale per un film-evento in sala per soli 3 giorni, ancor di più se si considera che lunedì e martedì sono giorni di bassa affluenza e mercoledì 12 la promozione Cinema2Day prevedeva un costo di soli 2€ per gli altri film, mentre il biglietto di Bianconeri era di 10€.

Ecco il dato finale (fonte cinetel.it)

bifi

 

Il box office di Bianconeri è un record per gli eventi speciali da 3 giorni, stabilisce un primato anche per i cosiddetti “contenuti alternativi al cinema” e per la casa di distribuzione Nexo Digital, specializzata in docu-film, eventi musicali e sportivi in sala.

Il film diretto da Marco e Mauro La Villa e prodotto dalla Good Films, guidata da Ginevra Elkann (sorella di John e Lapo, che ha collaborato attivamente al progetto), nei primi due giorni ha addirittura incassati più di un film di animazione di grande richiamo –Pets della Universal– arrendendosi solo il mercoledì, proprio per la promozione a 2 euro.

E’ un risultato che ci dice due cose: la Juve è più che mai la squadra del cuore degli italiani, la più amata, la cui Storia ha un tale appeal che ti porta in un giorno infrasettimanale a rivederla al Cinema anche ad un costo elevato (10€); ma soprattutto la Juve è un brand forte, fidelizzante, in ascesa, capace di  imporsi anche in settori alternativi a quello calcistico o “sul campo”. Un tifoso Juve segue la squadra e i colori ovunque, anche al cinema e, aldilà della qualità del film, con la collaborazione di mostri sacri come Giancarlo Giannini ed Ennio Morricone, è chiaro che la passione per la Juve abbia portato il film a sopravanzare al box-office Woody AllenBridget Jones. Questo successo dà l’idea di quanto la Juve possa ancora fare da un punto di vista commerciale e del merchandising, in una parola della spendibilità del brand, affiancando all’attività sportiva una serie di attività commerciali diversificate che poggino tutte sulla passione, lo stile, la qualità, l’eccellenza nella performance o perché no, anche la dedizione al lavoro e l’italianità.

Per dare una dimensione reale del successo di Bianconeri basta considerare che l’anno scorso un docu-film analogo come Zanetti Story aveva incassato € 499.507  con 42.736 presenze, la metà dei risultati di Bianconeri, facendo comunque gridare al piccolo miracolo al box-office e accendendo la fantasia degli operatori del settore consci della potenzialità di docu-film in grado di portare gli appassionati di calcio al cinema. Altri docu-film calcistici negli ultimi mesi hanno avuto risultati più modesti: “Messi” con 230.000€ e 20.000 presenze, o “Ronaldo” con miseri 28.721 € e ca. 4.000 presenze.

Non inganni il fatto che un film calcistico come “Pele’: Birth Of A Legend” abbia totalizzato più di Bianconeri, ca. € 1.954.880 € e 302.760  presenze, perché il film sul leggendario brasiliano non era un evento speciale ma è rimasto in sala per oltre un mese con 6.567 giorni di programmazione* contro i soli 831 di Bianconeri. (Si tratta dei giorni di uscita al cinema moltiplicati per il numero di sale in cui un film è proiettato). Non è da escludere a questo punto un ritorno in sala del film anche se bisognerebbe trovare altre finestre temporali compatibili ad esempio col fitto calendario delle gare della stessa Juve.

Interessanti anche i dati per singole città, con Bianconeri 1° nei 3 giorni a Torino (ovvio) ma soprattutto 2° (dopo Pets) a Milano, a Roma, a Firenze, BolognaPalermo, Bari e in quasi tutta Italia. Eroici poi quelle centinaia di spettatori che anche a Napoli hanno affollato le uniche due sale (altrettanto eroiche) che avevano in programmazione il film che nel resto della Campania ha comunque spopolato. Ci arrivano segnalazione anche di boicottaggi soft da parte di alcuni cinema nella provincia di Napoli che pretendevano 400 biglietti garantiti e 4.000€ di incasso per un’unica proiezione di Bianconeri nei giorni in cui lo stesso cinema con altri film hanno incassato poco meno di 300€…

Un ultimo dato, quello sull’incasso medio al giorno per ogni cinema è davvero pazzesco: Bianconeri ha incassato ca. 1.130€ al giorno a cinema, dato superiore agli 800€ al giorno a cinema di Perfetti Sconociuti, 2° al box office nel 2016 dopo l’irraggiungibile Quo Vado di Checco Zalone.

Ecco, solo Zalone batte la Juve.

 

Ringrazio per i dati Cinetel, con cui collaboro abitualmente nel mio vero lavoro.