Kulusevski nella top 10 dei migliori giovani in Europa

di Juventibus |

Il Golden Boy del 2020 non poteva che essere Haaland. L’attaccante classe 2000 norvegese del Borussia ha scalzato tutti nell’annuale trofeo assegnato da Tuttosport, succedendo al portoghese dell’Atletico Madrid Joao Felix, che quest’anno sta finalmente ripagando il pesante investimento dei biancorossi, che nella scorsa stagione investirono 120 milioni di euro per strapparlo al Benfica.

Ma c’è anche uno juventino nella Top Ten di quest’anno, quel Dejan Kulusevski che studia per diventare il numero 10 dei prossimi anni in bianconero. Lo svedese, che si è affacciato al grande calcio da soli 2 mesi, si è guadagnato un posto al sole con 41 punti, sopravanzando giocatori ad oggi più quotati e che giocano in top club come il brasiliano Vinicius del Real o la giovane stellina inglese del Manchester City Phil Foden, per non parlare dell’oggetto del desiderio di moltissimi club al momento, Dominik Szoboszlai, l’ungherese del Red Bull Salisburgo.

Per Kulu non sarà più possibile concorrere per questo premio, visto il prossimo anno compirà 21 anni, quota massima per l’assegnazione del Golden Boy, ma la considerazione a livello internazionale dopo soli pochi mesi di apprendistato non può che far ben sperare, e dare una spinta sempre maggiore al numero 44 per cercare di migliorare e raggiungere obiettivi ben più prestigiosi del Golden Boy, di squadra e individuale.


JUVENTIBUS LIVE