#jvtbClip Juve-Lazio 2-0: Centrale nucleare

di Giacomo Scutiero |

Questo ed altro
L’uno del 3+1, un ritratto di Higuain spalle alla porta: incontro per cambiare campo, quaranta metri indietro per dare il cambio alla colf Mandzukic.

 

Attinente alla bionica
A proposito del 17, “Partita straordinaria da esterno” (cit. Allegri); sia come posizione, sia come elemento di manovra, sia come faccendiere preservante.

 

Simbologia del 19: comando e coraggio
Due anticipi: un attacco altissimo col condimento della chance autocreata; un arpione che ricorda in porzione la cancellazione del gol di Higuain, napolista, un anno fa.

 

Torchiatura
Se lo strapotere corporeo di Lichtsteiner sorprende di rado, le ostinate pressioni portate da Pjanic (d’intuizione e uomo-uomo) sono una novella gradita.

 

Fluido
Dybala non trova la buca mirata, ma il contropiede è da manuale; ancora il 21, che allena il piede debole e vanifica la destrezza fuori ordinario di Higuain. E poi la ricetta gustosa: possesso basso blando, scambi ed accelerazioni in alto, conquista di porzioni di campo con libertà ed agio.