#jvtbClip Genoa-Juve 3-1: Irreperibilità

di Giacomo Scutiero |

Essere altrove
Attacchi fuori tempo a pallone ed avversario, approssimazione individuale, perdita del contatto con l’avversario. Di tutto e di più negli appunti “Black Sunday”.

 

Erba e fascio
La sorpresa negativa maggiore è stata questa: piuttosto che l’errore personale, risalta la difficoltà di protezione da parte del reparto intero.

 

Polveri
Mancanza di comunicazione tra Cuadrado (che persa palla dà le spalle all’azione…) e Mandzukic. E, quando si verifica, non è l’emblema dell’educazione (Dani Alves “buttafuori” ne sa).

 

Non solo la meraviglia
Benché non sia sufficiente, ok, la Juve del secondo tempo è stata soprattutto Pjanic: due pre key pass, uno seguito da conclusione e uno che segue il crocevia dello stretto giro-palla, e il calcio di rigore da fuori area ormai non quotato.

 

Repetita juvant
Siamo a conoscenze del livello tecnico di Sturaro. Ammesso questo, la giocata a due con Higuain è stata sexy: appoggio addosso alla punta e invasione della zona centrale, con il numero 9 che pare andare a cercare Pjanic e invece assiste il 27 senza ostacoli nei pressi della lunetta.