#jvtbClip Cagliari-Juve 0-2: Rugani docente 22enne

di Giacomo Scutiero |

La transizione ospite trova non del tutto preparati. Rugani nota gli attaccanti bassi, eppure voltandosi verso destra debole si accorge di Dessena in corsa; calcola il rimbalzo anomalo del pallone causa vento ed appoggia con calma sul lato forte.

 

Il filtrante di Di Gennaro non è il più agevole in carriera per Borriello, ma l’uso di spalla e fianco di Daniele, senza perdita di possesso, è roba da numero 15 della rosa bianconera.

 

Retro-passaggio malagevole di Mandzukic, Rugani spazza al volo col sinistro: il rimbalzo non è amico, tuttavia la ricettività di ricollegarsi al pallone non gli fa perdere metri; di più, trattenuta da tergo subìta e possesso conquistato.

 

Sì, vero: Rugani 190 cm, Borriello 186 cm. Né l’attaccante né il difensore saltano ed ha la meglio il secondo, per una sottile scaltrezza: prima del non aereo colpo di testa, braccio e mano sinistri sul petto dell’ex Juve; una delle tante stagionature che manifesta il secchione Daniele.

 

Secondi da PLAY e REPLAY multipli. Borriello anticipa nettamente e Rugani lo molla scappando indietro in zona Sau; Marchisio non addomestica il pallone, Barella ha tempo per visione e imbucata; Daniele è rimasto francobollato ed impedisce che il pacco raggiunga il n.25; la respinta è amica di Dessena, in zona tiro, che Rugani neutralizza aggredendo la palla in due secondi di sprint. Il rimbalzo è ancora roba del Cagliari, di Isla, che però controlla senza garbo e Daniele aggiunge bella figura a belle figure con protezione e fallo pro.