Jvtb-Fiorentina: come la giocherebbe Davide Terruzzi

di Davide Terruzzi |

Proprio perché è un gioco. Tocca a Davide Terruzzi esporsi.

La sfida con la Fiorentina è una delle più intriganti per qualsiasi allenatore. Allegri recupera diversi giocatori e ha più carte da cui pescare. Io andrei col 352 con il solito trio difensivo. A centrocampo sfrutterei l’ora d’autonomia di Khedira completando il reparto con Pogba e Marchisio: c’è bisogno di giocatori fortemente tecnici, abili nello stretto e pronti allo smarcamento. Disporrei i tre della mediana su due linee: doble pivote con l’italiano e il tedesco a fare da cerniera con il numero 10 più avanzato in fase di possesso. Sugli esterni punterei sui giocatori di maggiore qualità: nessun dubbio a sinistra dove Alex Sandro sarebbe il mio titolare di riferimento mentre sulla fascia opposta la mia scelta ricadrebbe su Cuadrado; non perché un ex ma per il fatto che la Fiorentina concede spazi sulle corsie laterali e vorrei avere giocatori dotati tecnicamente in grado di trattare bene la palla, rompere il pressing avversario e regalare il meno possibile il pallone. Davanti punterei su Morata: penso sia una partita ad hoc per le sue caratteristiche. Non voglio giocare questa partita con un centravanti alla Mandzukic ma con un attaccante veloce, fisico, abile palla ai piedi, pronto ad aprirsi sugli esterni. E ovviamente Dybala per formare una coppia imprevedibile, rapida. Me la giocherei quindi col modulo di riferimento alzando il tasso di qualità tecnica indispensabile in una partita in cui si sarà aggrediti e bisognerà essere bravi palla al piede e nello sfruttare le transizioni. Poi mi auguro ci azzecchi Allegri qualsiasi scelta farà. Che poi è il suo mestiere mentre noi possiamo abilmente cazzeggiare.”

1377250_Football_Manager_Team