Juve – Verona 1-1: due pali, un gol annullato e…

di Valerio Vitali |

Juve verona 1-1

Uno Juventus – Verona che trae ancora una volta un’amara conclusione. Dopo il passo falso di Crotone è arrivato infatti anche quello con gli scaligeri, che alla lunga per la lotta scudetto potranno pesare molto. Nel filotto che si concluderà settimana prossima contro lo Spezia, la sensazione di aver gettato alle ortiche qualcosa che fosse alla portata soprattutto nell’ultima mezz’ora.

Una gara per certi versi molto simile a quella vista sabato scorso contro il Crotone. Il canovaccio della partita, con quel legno colpito e l’ennesimo gol annullato a Morata dalla VAR, ricalca infatti quanto visto in Calabria. Dagli errori sembra non imparare stavolta pero’ nemmeno troppo mister Pirlo, che forse quel cambio Bernardeschi – Kulusevski avrebbe potuto effettuarlo già nell’intervallo.

In questa Juventus (che è ancora tutto un cantiere) la fortuna certo non va in aiuto, ma molto spesso si ha la sensazione e la percezione che questa fortuna, questa squadra, non la cerchi fino in fondo. A dimostrazione di questa tesi gli ultimi 30 minuti completamente differenti dai primi 60′. Tenacia, voglia di arrivare al risultato e dominio del campo e padronanza del gioco. Tutte componenti che si sono viste sull’out di sinistra solo con l’ingresso dell’ex Parma Kulusevski al posto di un quanto mai opaco Bernardeschi che è ormai sta raschiando sempre più quel fondo che in termini di prestazioni tecniche e caratteriali hanno smesso di legarlo alla Juventus da 2 anni.