Juventus-Torino 4-0: i tori vestono il bianconero

di Fabio Giambò |

dybala

Era un turno sulla carta a favore delle dirette avversarie della Juventus, la risposta della Vecchia Signora è stata autoritaria, convincente, chiara: 4-0 senza storie nel derby della Mole, Torino rimandato a casa con la coda fra le gambe, ovviamente ancora una volta nel segno di Dybala. E Pjanic.

Già, nel segno anche di Pjanic perché l’ex Roma ha cominciato questa stagione in maniera mostruosa, perfetta fotografia di ciò la prestazione di stasera condita da assist e pressing, ed anche un gol da manuale. Partita ben indirizzata sin dalle prime battute perché da subito si è vista la voglia di vincere degli uomini di Allegri, colui che in una partita del genere ha avuto il coraggio di lasciar fuori Gonzalo Higuain, nettamente vincitore nel confronto con Mihajlovic che l’ha impostata più sui nervi: a farne le spese il “suo” Baselli, protagonista di un’espulsione senza se e senza ma, poco intelligente, ma nonostante ciò le proteste dei due sono state qualcosa di difficilmente commentabile. Nella ripresa è arrivato anche il gol di Alex Sandro, chiaro segnale di rinascita per il terzino brasiliano che d’ora in avanti dovrà tornare ad essere un valore aggiunto come non lo era stato fino ad oggi in questo primo assaggio stagionale.

A proposito di Higuain, si faccia trovare pronto perché il ritmo disumano di Dybala prima o poi calerà: Mandzukic stasera in mezzo ha dimostrato comunque di poter essere utilissimo, ma il Pipita deve dare ai suoi quei gol che tiene nelle proprie corde.

Adesso testa all’Olympiakos, mercoledì sempre all’Allianz Arena è vietato fermarsi!