Juventus-Torino 1-1: decide tutto la Vecchia Signora

di Fabio Giambò |

Giusto per mettere ancora una volta le cose in chiaro, visto che la Juventus falsa e indirizza tutto sempre e comunque, è sempre la Vecchia Signora a decidere chi e perché, anche col Torino: 1-1 coi granata in uno dei derby meno carichi di emotività, per lo meno dal punto di vista bianconero, forse per questo giocato dalla squadra di Allegri con una certa leggerezza, con poca cattiveria, com’è normale che sia in questo momento dell’anno, per questo poco comprensibili i fischi a Cuadrado all’uscita dal campo, per quanto il colombiano stasera abbia giocato una delle partite tecnicamente meno precise della sua carriera. Di questo giochino non è il caso di parlarne, è una perdita di tempo, nel corso della stagione è già stato detto tutto, è comunque un problema da valutare per bene da chi di dovere.

Torniamo alle cose di campo, qual è la prestazione di Spinazzola: un peccato non averlo potuto avere in condizioni tali come stasera, puntando l’uomo, tornando, anche impreciso nei cross, gol di Ronaldo a parte, ma una spina nel fianco di tutta la retroguardia del Torino. Di CR7 inutile continuare a tesserne le lodi, di Chiellini che ne parliamo a fare, ma esistono anche le note dolenti. Il centrocampo in sofferenza, Bernardeschi e Cancelo incapaci di offendere, si è già detto di Cuadrado: aggiungiamoci una condizione fisica precaria ed una serie di infortuni clamorosa, e qui scattano le domande più serie da farsi. Le risposte toccherà darle sul campo nella prossima stagione.

In questa, come detto, l’obiettivo resta solo uno: seminare punti a destra e a sinistra, lo scudetto è vinto, la Champions è andata, quali saranno i compagni di viaggio da casa nostra a partire da settembre lo decideranno i Pjanic a farfalle o i portoghesi volanti. Gli altri scrivano titoloni, si disperano o chissà cosa, o si mettono davanti alla tv a guardare le scene trash con Allegri che dialoga con Adani, o che fa entrare De Sciglio per difendere non si sa cosa in partite come quelle di stasera. Che estate lunga che ci aspetta…