Juventus, i numeri negativi del centrocampo contro il Benevento

di Valerio Vitali |

I numeri Juventus, soprattutto a centrocampo sono stati alquanto negativi. Nell’idea di calcio di Pirlo, snocciolata all’interno della sua tesi a Coverciano, il recupero palla resta di fondamentale importanza. Un pressing alto e corale che deve investire certamente con maggior rilievo la linea mediana.

In questo senso, i numeri della Juventus sono stati buoni, perlomeno fino a sabato. Contro il Benevento si è visto invece un considerevole passo indietro. Produzione offensiva ma anche “duelli vinti”. E’ lì nel mezzo che i bianconeri sono andati in affanno. Il duo di partenza, Arthur – Rabiot, che ad esempio contro il Cagliari aveva dato ottime risposte in entrambe le fasi di gioco, è andato in crisi. Un tandem poi smontato da Pirlo durante il match con la sostituzione del brasiliano, rimpiazzato da Bentancur.

numeri juventus

Da quanto si evince dall’infografica, il recupero palla nei numeri di questa Juventus era stato fiducioso. Fiducia pero’ non ripagata nella maniera più assoluta visto che proprio il centrocampo ha mostrato lacune in questo senso. Forse l’idea di una mediana a tre, con la presenza fissa di McKennie potrebbe garantire maggior equilibrio. Un incontrista nudo e crudo che in un calcio dispendioso come questo dove si continuerà a giocare ogni 3-4 giorni fino alla sosta natalizia, potrebbe aiutare.

Di tempo a disposizione per effettuare queste prove ce n’è molto poco. Pirlo in realtà non lo ha mai avuto in una pre-season decisamente fuori dal comune. Va trovata pero’ la quadra della situazione e, indipendentemente dagli schemi e dagli schieramenti tattici, il futuro della squadra passerà molto da questi numeri, indicatori di una ripresa famelica e agonistica imprescindibile, che si tratti della Champions League o dell’avversario più scarso della Serie A.