Juventus – Napoli è anche Pirlo contro Gattuso: due mondi opposti ma simili

di Valerio Vitali |

Juventus – Napoli rappresenta un banco di prova di notevole difficoltà per la neonata Juve di Andrea Pirlo. Un test match superiore per grado di difficoltà anche a quello con la Roma. Oltre alla sfida sul campo, le luci dei riflettori andranno anche sulla sfida in panchina. Da una parte Pirlo, dall’altra Gattuso: due mondi opposti di interpretare il calcio. Una visione diversa che i due hanno mostrato sul rettangolo verde anche da calciatori. Due modi opposti di vivere la panchina, palesemente tangibile anche dalla loro mimetica. Due modi di porsi a stampa e calciatori. Due, che comunque sembrano nati per intraprendere una carriera vincente anche da allenatori.

I due ex compagni di squadra ai tempi del Milan e della Nazionale, nonché grandi amici, si troveranno per la prima volta a confronto. Sarà interessante vedere quale approccio i due tecnici riusciranno a trasmettere. Gattuso ha dalla sua una maggiore esperienza in questa nuova veste. Pirlo d’altro canto ha una rosa di maggior livello da proporre domenica. La “parola chiave” di Juventus – Napoli sarà “intensità“. Quella stessa intensità che viene chiesta a gran voce alla Juventus (che da qualche anno pare giocare sotto ritmo) e che il Napoli, sotto la gestione ‘Ringhio’ ha invece proposto a buoni livelli (vedasi le due partite contro il Barcellona o la finale di Coppa Italia vinta purtroppo ai nostri danni la scorsa stagione). Indipendentemente da tutti i ragionamenti tattici è questo il punto che accomuna Pirlo e Gattuso. Ma le vie per esprimere la loro intenzione di calcio sono ben differenti.

L’allenatore bianconero sta cercando infatti di proporre un modo di giocare quantomai fluido. Quello partenopeo invece si aggrappa alle sue granitiche certezze. A quel 4-3-3 che al Napoli è ormai marchio di fabbrica anche da prima del suo arrivo. Difesa a tre e prevaricazione del possesso palla per Pirlo. Difesa a quattro e difesa bassa per Gattuso, quasi come a rispecchiare il loro modo di essere, di porsi e di stare in campo quando i due condividevano la stessa mediana, sia in maglia rossonera che in maglia azzurra.

Il punto che più di tutti accomuna i due tecnici, è indubbiamente il recupero palla. Alla Juventus la rapida riconquista della palla è la chiave di volta e la centralità degli argomenti snocciolati da Pirlo, sia nelle prime conferenze stampa, sia negli allenamenti. Nel Napoli invece questo aspetto è emerso nel corso del tempo in questa gestione tecnica che ha fatto intravedere ottimi spunti anche in fase offensiva. Sarà una sfida nella sfida quella tra Pirlo e Gattuso che metterà uno contro l’altro due dei migliori allenatori italiani emergenti del momento.


JUVENTIBUS LIVE