Juventus-Milan 1-0: Ronaldo le finali le vince

di Fabio Giambò |

Si dice sempre che le finali non vanno giocate, vanno vinte, e forse la partita di stasera spiega bene il concetto al popolo bianconero nell’1-0 finale sul Milan: la Juventus questa partita non l’ha giocata, o meglio, non l’ha giocata nella maniera più entusiasmante possibile, ha anche rischiato di perderla in un paio di occasioni, quando per esempio Szczesny è uscito a vuoto o quando Cutrone ha preso la traversa, ma alla fine l’ha vinta. L’ha vinta perché anche in una serata storta finisce che a deciderla è il maggior tasso tecnico del più forte: Pjanic inventa, Ronaldo la sfiora, tanto basta per portare a casa il primo trofeo stagionale. Sorridiamo, la più clamorosa scia storica del calcio italiano continua ad allungarsi, a freddo ci sarà modo di analizzare come questa squadra non riesca ad esprimersi come potrebbe, come non si riescano a chiudere partite che andrebbero chiuse con largo anticipo anche per quanto fatto vedere nonostante qualche problema di troppo.

Eccola, dunque, la prima firma di CR7, la prima vera firma del portoghese: una serata non entusiasmante fino a quel momento, ma la storia si scrive coi gol, coi trofei, le belle prestazioni sono corredo, o fanno parte dopo di questo discorso. E poi le finali non vanno giocate, le finali vanno vinte, e Cristiano Ronaldo le finali le sa vincere, ce l’aveva già dimostrato un anno e mezzo fa, ce l’ha fatto vedere in piccolo anche stasera, sperando che ce lo dimostri ancora in altre sedi più blasonate fra qualche mese. Perché è inutile nascondersi: Cristiano Ronaldo le finali le sa vincere, la Juventus anche ma non sempre, ora è arrivato il momento che Cristiano Ronaldo e la Juventus le finali le vincano SEMPRE insieme.

La vittoria di stasera, a prescindere da quanto già detto, ha un altro retrogusto storico: la Juventus è la squadra con più scudetti vinti, con più Coppe Italia vinte, adesso anche con più Supercoppe italiane vinte. Prima di stasera eravamo sul 7 a 7 col Milan, adesso ci guardano tutti dal basso anche da questo punto di vista: signore e signori, il calcio italiano è Juve, mettetevelo in testa tutti. Rassegnatevi, o godete, dipende dalla fede calcistica. Per il resto, si ribadisce, che quello di stasera sia solo l’antipasto.