Juventus, la forma conta più della tecnica

di Valerio Vitali |

Non una bella partita quella della Juventus contro l’Atalanta, questo va detto. A rinforzare la tesi che la condizione atletica in questo momento venga meno, ha pensato Bonucci. Il capitano ne ha parlato ai microfoni di DAZN al termine della partita specificando di non essersi ben allenato in settimana: “Personalmente ho stretto i denti per un male al tallone che non mi ha fatto allenare per tre giorni. Sarà importante recuperare le energie che ora vengono meno per il rush finale della stagione. Dobbiamo recuperare le energie mancanti”.

Riassumendo l’andamento atletico della Juventus vista fino ad ora nel post lockdown, si registra un picco in basso durante le “final four” di Coppa Italia, un nuovo picco in alto nelle prime 5 giornate di Serie A (equivalse a 5 vittorie) e un nuovo ribasso ora. Un moto ondulatorio che non fa bene, ma a cui bisogna abituarsi vista la situazione. Una situazione in cui la condizione atletica diventa inevitabilmente il primo fattore per la buona riuscita o meno della stagione.

Con il tipo di calcio dispendioso che vuole Sarri dai suoi (pressing alto, recupero immediato del pallone, tocchi rapidi), la condizione deve essere sempre ottimale. Un buon auspicio questo pensando alla Champions che verrà, dove troveremo un Lione che, per forza di cose, latiterà sotto questo punto di vista (non gioca una gara ufficiale da inizio marzo). Vincere il prima possibile il campionato dunque, per permettersi un recupero ottimale in vista dell’appuntamento che più fa vibrare i cuori bianconeri.