Juve, hai rimesso la Chiesa al centro del villaggio

di Valerio Vitali |

Juventus - Dynamo Kiev

Juventus – Dynamo Kiev porta la firma di uno straordinario Chiesa. L’esterno ex viola è stato protagonista assoluto con un gol (strano a dirsi di testa) e due assist. Oltre al numero 22, da registrare il timbro del cartellino del solito tandem d’attacco affidabile per rendimento ma anche per cattiveria sotto porta.

Una produzione offensiva, quella della Juventus, che è stata di buon livello. La squadra di Pirlo non ha dato mai la sensazione di spingere davvero troppo sull’acceleratore e anche gli uomini impiegati (e ruotati) permettono un turnover ottimale in vista del derby di sabato prossimo. Nonostante una Dynamo che obiettivamente si giocava più della Juventus questa sera con il terzo posto che vale l’Europa League, i bianconeri hanno sempre tenuto in mano il pallino della situazione.

Una gara dal risultato ampio che pero’ non deve far cadere nei facili entusiasmi, viste due o tre parate abbastanza decisive da parte di un sottovalutato Szczesny. Il portiere polacco, soprattutto sul finire della prima frazione di gara, ha retto in piedi la baracca e si è dimostrato ancora una volta più utile di quanto il pensiero comune possa ritenere.

Nel 3-0 di Juventus – Dynamo Kiev pero’ i ragazzi di Pirlo hanno portato al tiro quasi tutti i loro effettivi. Si è visto inoltre un Alex Sandro in grande spolvero e un McKennie a livelli di pressing massimali. Tanti gli aspetti positivi, che rimandano al mittente i cattivi pensieri che giustamente sono emersi in questi ultimi giorni post Benevento. Che poi tutti abbiano fatto una grande partita intorno e per CR750 (tanti quanti i gol siglati in carriera) non è assolutamente un caso.