Juve-Torino 2-0: giocare a torello con il Toro

Gli altri sbagliano, la Juve no, battuto il Torino e semifinale di Coppa Italia raggiunta: questo in pochissime righe il succo della serata vissuta all’Allianz Arena con gli uomini di Allegri in costante controllo del match pur senza strafare, e con l’ennesima formazione sperimentale, come da abitudine da inizio stagione ad oggi.

Già al primo affondo arriva il vantaggio: azione ben sviluppata a sinistra, un rimpallo su Dybala libera Douglas Costa al tiro, l’ex Bayern Monaco non si fa pregare e sblocca subito con una conclusione forte sotto la traversa. Unico passaggio a vuoto della serata appena un attimo dopo con il palo di Niang, ma sino alla fine della frazione si va vicini due volte al raddoppio con Dybala che spreca due volte le belle giocate dell’imprendibile Douglas Costa. Anche Mandzukic sciupa le iniziative del brasiliano, ma non i regali altrui: liberato da un altro rimpallo stavolta su un difensore, il croato supera l’estremo difensore con un colpo sotto ravvicinato. Proteste con espulsione per Mihajlovic, ma il VAR conferma: tutto regolare nell’azione del 2-0. Nel finale c’è tempo per la passerella per il n.17, c’è Higuain al suo posto, ma il risultato non cambia più.

Archiviata la qualificazione alla semifinale, dove ad attendere la Juve ci sarà l’Atalanta, i bianconeri adesso possono cominciare a preparare la sfida di sabato sera a Cagliari dopo l’allenamento di stasera basato principalmente su esercizi tecnici come il torello: già, a torello con il Toro, stasera è questa la sensazione con cui ce ne andiamo a dormire col sorriso stampato in volto.

Altre Notizie