Juve – Sassuolo: il “mago gallese” tira fuori il coniglio dal cilindro

di Valerio Vitali |

inter juve statistiche

Juve – Sassuolo si sapeva sin dall’inizio fosse una partita complicata e lo è stato davvero. Nonostante la superiorità numerica per tutto un secondo tempo infatti, la squadra bianconera ha faticato molto a trovare la via del gol con facilità. Tra gol annullati, infortuni a McKennie e Dybala, il nono legno stagionale e un rigore non concesso a Cristiano Ronaldo questi 90′ hanno messo a dura prova i ragazzi di Pirlo. E’ stata una gara davvero in salita per mille fattori e per mille occasioni sciupate in area di rigore e non è un caso che la prima rete juventina arriva grazie ad una bordata di Danilo da oltre 30 metri.

Il brasiliano inoltre è stato molto attento a non prendersi il giallo che sarebbe stato problematico in vista dell’Inter e ha offerto l’ennesima prova convincente che rimette in piedi anche giudizi e valori nello scambio con Cancelo. Dopo il match di stasera possiamo dire con certezza che il Sassuolo ha palesato tutti i pregi e i difetti di questa squadra sia in fase offensiva che difensiva. A livello di ritmo e intensità, di recupero palla in fase di non possesso (dove la Juventus è prima in questa speciale classifica) non si puo’ dire che la squadra non sia stata attenta. Nota di demerito pero’ per alcune palle perse e nella contesa delle “seconde palle” dove i bianconeri in buoni tratti sono apparsi deficitari.

All’interno di Juve – Sassuolo Pirlo è stato bravo a ribaltare più volte il “piano gara” per colpe non sue. Altrettanto bravo è stato Ramsey a farsi valere con una rete dopo una prestazione alquanto opaca. La Juve ottiene la sua terza vittoria consecutiva. Aspetto positivo questo se si considera che non avveniva dal luglio scorso. Inaccettabile quanto incredibile per il livello qualitativo e per il rango di una squadra che, pur zoppicante, dimostra di non voler mollare nulla nella lotta scudetto.