La Juve c’è, espugnato San Siro! Pirlo: “Qui tutti titolari. Vogliamo comandare”

di Riccardo Sgroi |

Grandissimi ragazzi! Nonostante gli assenti, le chiacchere da bar e le sentenze ballerine. Abbiamo ricordato a tutti che siamo la Juventus. Abbiamo ricordato a tutti che per la Juventus, parla il campo. Che bello ascoltarti oggi, Mister Pirlo:

“Era importante per noi stessi questa partita: eravamo attenti e concentrati. Guardiamo partita dopo partita e cerchiamo questo spirito: lo spirito di una squadra che vuole comandare” – Ok, stasera Andreino ci vuole gasare… Oggi abbiamo fatto una partita da Juve, attaccando insieme e soffrendo insieme quando si doveva. Siamo rimasti lucidi nonostante l’arbitraggio ballerino (per entrambe le squadre) e nonostante il goal a fine primo tempo. Ora dobbiamo cercare la continuità.

“Il ruolo di Chiesa è quello di stasera. Deve fare l’1vs1 negli ultimi trenta metri. Avevamo bisogno di un giocatore che puntasse e bloccasse Theo Hernandez” – Federico ha fatto una partita mostruosa: doppietta e un palo colpito. Da solo ha ribaltato la retroguardia rossonera, inventandosi uno stupendo sinistro nel momento più delicato del match. Mattatore.

“Rabiot veniva da due partite di squalifica e voleva giocare. Quando è fresco può fare anche box to box, non sa neanche lui quante potenzialità ha ancora da esprimere” – Il francesino è abbastanza misterioso. Di sicuro c’è che in progressione e ribaltamento dell’azione, quando sta bene, sembra infermabile. In mediana con la palla tra i piedi, un po’ meno. Oggi ha fatto un’ottima prestazione, ma tra le sue potenzialità inesplorate potrebbe anche estrarne qualcuna in più.

“Bentancur era stanco e rischiava il secondo giallo” – Ci sono casi in cui i pensieri condivisi da tante persone si fondono in un’unica potente onda cerebrale. Se Pirlo si fosse impegnato, questa sera l’avrebbe senz’altro sentita: tira fuori Rodrigoooo. Diciamocelo, è stato veramente graziato.

“Sul goal del Milan, prima cosa è fischiare il fallo su Rabiot. Poi Danilo doveva fare la preventiva più tempestivamente e la squadra non era messa bene” – Pacifico. Irrati ha sbagliato lo sbagliabile, questa sera. Danilo, invece, ha commesso solo questa imprecisione, confermandosi fondamentale per questa squadra. PS: caro Zio, non ti aspettavi che Pirlo rispondesse a tono?

“Qua sono tutti titolari. Ho la fortuna di scegliere partita per partita i migliori in base a come giocano le altre squadre” – Mai vero come quest’anno. Qualche irrinunciabile non può mancare: CR7, Bonucci, Danilo e De Ligt. Ciò detto, le rotazioni viste finora sono ampie e tutti i giocatori in rosa si stanno ritagliando spazio. Così come fluidi sono i ruoli in campo, fluide solo le gerarchie del Mister.

“Dybala doveva recuperare la forma; ancora non è al 100%. I rinnovi sono fatti tra giocatore e società, non mi riguardano e non intervengo in queste cose” – Masterclass. Paulo ha fatto una buona partita stasera. Il suo assist per il primo goal è poesia allo stato più puro. Poi tra stanchezza e la febbre di due giorni fa, giusto non farlo correre per 90 minuti. Domanda sul suo rinnovo assolutamente assurda.