Juve-Sampdoria 3-0: la tempesta dopo la tempesta

Non era per nulla scontato fare risultato oggi dopo quanto successo mercoledì, al di là delle parole e delle intenzioni, tornare in campo e reagire dopo la batosta psicologica di Madrid era un qualcosa possibile solo per una squadra davvero forte e matura: così è stato, un pizzico di fortuna è stata necessario per sbloccarla, ma, al netto di qualche disattenzione di Chiellini, stasera si sarebbe potuto giocare anche senza portiere. A rompere gli equilibri ancora lui, Douglas Costa: subentrato a Pjanic, il brasiliano alla prima palla giocata ha mandato Mandzukic in porta, col croato che per ora è evidentemente caldissimo, in attesa che si risblocchi anche Higuain, i gol del Pipita saranno fondamentali per raccogliere quanto seminato in questi mesi dalla banda di Allegri.

A proposito del mister, anche negli ultimi giorni criticatissimo per la gestione del match al Bernabeu, oggi se l’è giocata provando a dare fiato alla squadra, con scelte a sorpresa come quella di Howedes, ma il tedescone ha addirittura trovato la soddisfazione del gol personale: casualità? Probabile, anzi sicuramente, ma quant’è affascinante il fato. Ancora in gol Khedira, l’altro tedesco, anche lui in crescita dopo una stagione non entusiasmante al 101%, ma che lo vede già a quota 8 nei gol realizzati: cosa si può dire di male ad un centrocampista del genere non è più chiarissimo.

Volendo trovare la nota stonata, si guardi a Paulo Dybala: rimbalzato in ogni occasione dalla difesa della Sampdoria, ma proviamo ad essere ottimisti anche in questo senso. Si sta tenendo dentro i colpi finali per raggiungere tutto quello che manca alla Juventus per continuare a scrivere la storia, la leggenda, l’inimitabile. A partire da Crotone, o fra una settimana quando all’Allianz Arena arriverà proprio il Napoli: l’obiettivo è tenere a distanza di sicurezza gli uomini di Sarri, è arrivata l’ora di definire ciò che è stato apparecchiato con grande merito dalla dirigenza prima, dal mister dopo, dai calciatori giorno dopo giorno. Ed ovviamente anche dai tifosi, anima pulsante di questa macchina meravigliosa.

Altre Notizie