I bookies dicono: perderlo è più difficile che alzarla

di Leonardo Dorini |

Eccoci qui, a fine gennaio. Sosta passata, ripresa avvenuta: tre gare vinte con facilità, quasi passeggiando. Polemiche arbitrali mai assenti (si arriva perfino a teorizzare #JuveOut), nuovi dubbi e nuovi temi tecnico-tattici (e la posizione di Dybala? E la crisi di Ronaldo? E la difesa a 3?). Fra meno di un mese però riprende la Champions e il campionato inizierà a dare verdetti sempre più netti…e noi tifosi iniziamo a metterci in ansia.

Diamo allora un’occhiata ad alcuni indicatori, diciamo così, esterni: il mercato degli operatori finanziari cosa dice? Beh, il titolo Juventus, che è entrato nel FTSE MIB il 27 dicembre, ha ripreso a strappare verso l’alto: c’è molta attenzione sulle azioni del Club bianconero: l’entrata nell’indice dei titoli a maggiore flottante e le notizie confortanti sul fronte sponsorizzazioni hanno galvanizzato gli operatori ed il titolo è tornato sui livelli massimi; la Juventus vale ora circa 1,4 miliardi di Euro in Borsa; c’è fiducia che gli obiettivi finanziari saranno raggiunti… che ciò voglia dire che sono probabili anche quelli sportivi? Chi può dirlo!

Andamento Titolo Juventus negli ultimi 3 mesi, fonte: Borsa Italiana

Ma vediamo cosa dice un’altra categoria di “operatori”: quelli del betting.

La Juve ha distacchi davvero ragguardevoli sulle inseguitrici e non stupisce vedere quote davvero poco interessanti per la scommessa sulla Juve Campione d’Italia; scommettere 100 euro darebbe una vincita nell’intorno di 105/107 euro. I bookmakers sono straconvinti che lo scudetto arriverà a Torino per l’ottava volta consecutiva. E le inseguitrici? Il Napoli è dato fra 8 e 10: sarebbe una vincita importante, la quota è notevole; mentre l’Inter è data per spacciata dagli operatori: pagherebbero fino a 100 volte il fatto che possa farcela.

E’ esattamente in questi casi, a rischio sonnellino, che sappiamo di poterci affidare al bischero realismo di Max Allegri…

Ma vediamo invece cosa si dice in merito all’ ”altro” obiettivo. Chi è il favorito per la Champions?

Nessun dubbio:

– il City di Pep, con quote da 3.75 a 4.50;

– il Barcellona è l’altra favorita (5-5.50),

– terza la Juve: da 5.50 a 7.

Il Real Madrid è dato ad una quota davvero elevata, a 12: le sue traversie non lo fanno inserire fra i favoriti, anche se c’è da scommettere (ops!) che i blancos non molleranno così facilmente la presa.

Quindi la Juve non è proprio favoritissima, anzi: chi scommette 100 euro sulla nostra vittoria in Champions si aspetta una vincita all’incirca simile a chi gioca quei 100 euro sul Napoli campione d’Italia. C’è un senso in tutto questo? Semplice: mai paragonare l’Italia con l’Europa…