Juve-Napoli, un brivido in più per Sarri, un brivido in meno per i tifosi

di Juventibus |

Juve-Napoli sarà la prima finale dell’era post Covid19, dopo il pareggio con gol del San Paolo tra i partenopei e l’Inter. La Juve ritrova Gattuso due anni dopo l’ultima finale di Tim Cup vinta dalla Juve, in una finale che sarà anche una riedizione della finale del 2011/2012.

Forse anche per questo ci sarà un fremito in meno per i tifosi, che avrebbero voluto provare il brivido di contendersi subito, al primo anno, in una finale di 90 minuti, un trofeo con Antonio Conte. “Alzargliela in faccia”, anche se sarebbe stata solo una Coppa Italia. E nel frattempo, lo stesso Conte perde un altro obiettivo stagionale.

Ci sarà invece un Napoli ringalluzzito dalla cura Gattuso, che con un trofeo potrebbe ulteriormente consolidare la sua posizione sulla panchina azzurra, in vista di un probabile rinnovo. Chi, dunque, arriverà emozionato sarà Maurizio Sarri, che nel post partita della sconfitta in campionato di 5 mesi fa, non si nascose, e parlò dell’affetto umano che nutriva ancora per i suoi ragazzi.

Juve-Napoli sarà, per lo stesso Sarri, la seconda finale stagionale. Steccarla, potrebbe cominciare a far riflettere qualcuno in società. Ma questi sono discorsi ad oggi aleatori. C’è da preparare una finale. E questo adesso conta. Finalmente.


JUVENTIBUS LIVE