-8 ore a Juve-Milan: video analisi senza Douglas Costa

di Juventibus |

douglas costa

Grazie alle tecnologia, è come se fossimo tutti sullo stesso divano. E allora ripassiamo anche mentalmente come dovremo giocarcela (Giancarlo Liviano D’Arcangelo guida la truppa, da noi fa praticamente il vice di Sarri). Ripassiamo e immaginiamo. Douglas Costa è l’unico assente. Lui è dispensato da questa che è la parte più didattica e anche noiosa dell’intera vicenda. Alla fine, è solo una partita. Qui c’è gente che di partite ne ha disputate centinaia e centinaia, e che di partite ne ha viste migliaia e migliaia. Giuseppe Gariffo per esempio, che ora è passato al 70 pollici grazie ai punti Millemiglia Alitalia accumulati negli anni. O Gigi Buffon, che pretende la videoanalisi dei calci di rigore di Kessie, Rebic e Calhanoglu: in un minuto e mezzo la sua parte è finita. Ci saluta come saluterebbe la curva all’ingresso in campo. Il discorso motivazionale è lasciato a Sandro Scarpa, che ne sta mettendo su una delle sue in vista della ripresa del campionato. Spodestato Leonardo Bonucci. Nel frattempo, però, Sarri si prepara al discorso individuale che vuol fare a Douglas. Lascia la stanza, si spengono le luci, chiudiamo Telegram, riguardiamo Dario Pergolizzi e Jacopo Azzolini che ci spiegano del dualismo Pjanic-Bentancur e lasciamo che i due si spieghino in santa pace. Più che i brividi di Juve-Milan, qui ne va della salute di un’intera estate.