Juve-Milan 3-1: ve la siete già sciacquata la bocca?

di Fabio Giambò |

Bonucci

Titolo forse troppo semplice visto quanto successo, anche banale in un certo senso, ma non si può partire da qui stasera per commentare il tris rifilato dalla Juventus al Milan, risultato che permette ai bianconeri di rispedire il Napoli a -4: non è stata una bella serata per lo meno per 70/80 minuti, solito gioco lento, più attenzione che rischio, giocata del singolo che l’aveva anche sbloccata, ma poi appunto la doccia gelata con la faccia di Bonucci che esulta. Un incubo che si stava materializzando, ma che Allegri ha avuto la capacità di digerire per poi osare.

L’ingresso di Douglas Costa nella ripresa spacca la partita ancor più delle giocate che alla fine portano ai gol del 2-1 e del 3-1: l’ex Bayern Monaco, comunque imprendibile per 45 minuti, libera Khedira al cross in occasione del gol di Cuadrado, allarga la difesa creando gli spazi per Dybala ed ancora Khedira, stasera probabilmente l’uomo più decisivo per conquistare questa vittoria.

Accennate le note stonate, non si possono non citare le tante notizie positive della serata: passi la serata di pausa di Higuain, il ritorno di Cuadrado ed il momento di forma di Dybala sono armi che non si possono lucidare in vista della fase caldissima della stagione. Fare risultato col Real Madrid è difficile, difficilissimo, ma questa squadra adesso merita fiducia, la stiamo aspettando da troppi mesi, è l’ora che la svolta arrivi.

Chiusura su Leo: fischiato, incassa, segna, esulta, ma alla fine è una specie di maledizione per il Milan. Come fu per Ronaldo, gol contro l’Inter e poi sconfitta nel derby, stasera gol di Bonucci ma zero punti. Amici rossoneri, prendete appunti, non si sa mai in futuro…